Venerdì sciopero del trasporto pubblico

Più informazioni su

    È in programma per venerdì 1° aprile lo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale. La protesta è indetta dalle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Trasporti, Faisa-Cisal e Fast Confsal e coinvolge i lavoratori di Atac, Roma Servizi per la Mobilità e della società Roma Tpl. Dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 al termine del servizio, dunque, saranno a rischio bus, tram, metro, ferrovie urbane Roma Lido, Termini Giardinetti e Roma Civita-Castellana Viterbo, le linee periferiche gestite da Roma Tpl, i servizi al pubblico gestiti dall’Agenzia per la Mobilità. Lo rende noto Roma Servizi per la Mobilità. Nella protesta, infatti, è coinvolto il personale viaggiante e interno, compresi addetti alla verifica dei titoli di viaggio, addetti ai parcheggi, ausiliari del traffico e lavoratori delle biglietterie. Per quanto riguarda l’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità, ripercussioni per: contact center 0657003; numero verde persone con disabilità 800154451; sportello al pubblico di piazzale degli Archivi 40; box informazioni di Termini e Fiumicino e check-point bus turistici. Sono esclusi dallo sciopero portieri, guardiani, addetti ai centralini telefonici e ai servizi di sicurezza compresi quelli delle metropolitane. Lo sciopero si svolgerà nel rispetto delle fasce di garanzia; saranno possibili disagi, per chi utilizza i mezzi pubblici, già dalla notte tra giovedì e venerdì. Per chi si sposta sul territorio extraurbano i disagi sono previsti, invece, già da domani 31 marzo. È confermato, infatti, lo sciopero di 24 ore dei lavoratori di Cotral Spa a seguito della adesione delle segreterie regionali allo sciopero indetto dalle organizzazioni sindacali nazionali Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Trasporti e Faisa – Cisal. Anche la giornata di sciopero Cotral si svolgerà con l’interruzione del servizio dalle ore 8,30 alle ore 17 e dalle ore 20 fino al termine del servizio, nel rispetto delle fasce di garanzia previste dalla legge.

    Più informazioni su