RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Vocaturo: Roma non può raccogliere così tanta immondizia senza impianti foto

Roma – AMA ogni giorno raccoglie nelle strade che serve “ossia 3000 km” circa cinquemila tonnellate di rifiuti di cui tremila sono indifferenziati, una quantità enorme che nessuna capitale Europea raccoglie.

E’ follia pensare a questi numeri e non avere gli impianti di stoccaggio per chiudere il ciclo dei rifiuti facendo un’economia circolare e abbassando la Tari, non mandando fuori città i rifiuti prodotti a Roma.

La realtà cittadina ci dice che ogni due, barra tre mesi, Roma va in emergenza rifiuti, perché oltre la situazione di un’azienda che non ha i bilanci dal 2017 approvanti non ha un piano industriale di investimenti per fare gli impianti e  i camion che raccolgono i rifiuti sono costretti a stare in fila per ore ed ore “come ci dimostra l’impianto di Rocca Cencia” in attesa del proprio turno per scaricare, facendo si che rallentamenti sui servizi cittadini sono inevitabili e tutto questo non certo per colpa degli operai e autisti.

Considerando che il 90 % dei cittadini romani paga regolarmente la tassa sui rifiuti e in questo 90 % ci sono Ospedali, scuole, commercianti, privati, ditte individuali e centri sportivi, ci chiediamo perché il Campidoglio non prende a cuore questi dati e risolve il problema con investimenti per gli impianti per Roma?

Ci auguriamo che la loro coscienza li faccia rispondere e soprattutto risolvano una questione che solo Roma ha nel continente Europeo.

Così in una nota il segretario del circolo PD AMA Flavio Vocaturo