Zaccaretti escluso da riunione coordinatori: sono basito

Roma – Anche Damiano Zaccaretti, coordinatore di Forza Italia nel VI Municipio di Roma, si aggiunge alla polemica sulla riunione di Fi a cui non sono stati chiamati a partecipare alcuni esponenti sul territorio. “Siamo basiti e dispiaciuti- scrive- Il coordinamento romano del partito ha svolto una riunione nei giorni scorsi alla quale non sono stato convocato, e la stessa cosa e’ avvenuta per altri esponenti locali. Ci chiediamo: come fa il partito a puntare al rinnovamento, al rilancio, quando poi nella realta’ si fa tutt’altro?”. “Non chiamare alcuni responsabili locali o consiglieri municipali- aggiunge- e’ una scelta sbagliata, anche perche’ noi viviamo ogni giorno sul territorio, e conosciamo le problematiche dei cittadini e le vere necessita’. Inoltre, questo partito se vuole crescere, deve anche ascoltare le voci critiche, che sono tante, altrimenti se si continua con l’autoreferenzialita’ non si va da nessuna parte. E’ indispensabile aprire una discussione vera e concreta, in maniera positiva, dove tutti possano esprimere le proprie idee”. “Se si continua a chiudere, poi non dobbiamo lamentarci se la gente non ci segue. Serve spirito critico, senso di responsabilita’ e impegnarsi con umilta’, tornando con i piedi per terra. Altrimenti, se proseguiamo ad andare avanti senza provare a cambiar le cose, si rischia di perdere soltanto tempo. Riteniamo che il presidente Berlusconi abbia dettato le giuste linee da seguire, per affrontare le nuove sfide che ci attendono, ma poi e’ necessario che ognuno (a partire dai coordinatori) si adegui coerentemente a questi principi, e non fermarsi alla teoria” conclude Zaccaretti.