Quantcast

Zingaretti: con LazioLab costruiamo pezzo futuro Italia

Roma – Il lavoro svolto da LazioLab per gettare le basi su come usare i fondi europei della programmazione 2021/207 e trasformare il Lazio “e’ la traccia per costruire un pezzo di futuro italiano. Perche’ il Lazio e’ una delle regioni piu’ importanti di Italia e se partiamo con un’idea che costruisce speranza diamo all’Italia la fiducia, che e’ cio’ di cui il Paese ha bisogno”. Lo ha detto il presidente della Regione Alassio, Nicola Zingaretti, durante la prima giornata di ascolto del “comitato scientifico” composto da 30 professori universitari, costruito all’interno della Regione Lazio, con categorie produttive e forze sociali per arrivare a progetti specifici da presentare all’Unione Europea.

“Senza fiducia non si ripartira’ mai, ma la fiducia non parte con le pacche sulle spalle- ha spiegato Zingaretti- Noi non diamo pacche sulle spalle per dire che va tutto bene, perche’ non va tutor bene, ma per dimostrare che una classe dirigente seria si riunisce intorno alla voglia di costruire un futuro. Chi non crede alle opportunita’ del futuro e’ un pigro e se c’e’ qualcuno che non vede le soluzioni del futuro non vuol dire che non ci sono, non le vede lui”.

Ad esempio, secondo Zingaretti, Roma Capitale si trova davanti a 15 anni di opportunita’ di sviluppo: “Mi stupisce che in questa grande discussione della nostra citta’, della nostra Regione e del nostro Paese si sia rimosso il fatto che Roma sara’ l’epicentro mondiale dei prossimi 15 anni per i grandi fatti planetari che in questa citta’ avverranno. Fra 4 anni avremo il giubileo del 2025 e nel 2033 ci sara’ bimillenario della morte di Cristo, un evento di straordinaria rilevanza planetaria per i credenti e non solo. Sara’ un evento globale che assumera’ forma, messaggio e sostanza tra queste vie e in questi luoghi. Ma non e’ un’immensa opportunita’ per la classe dirigente che, vedendo quanta potenzialita’ abbiamo davanti, si prepara ad accogliere questi eventi con la tensione di chi capisce che abbiamo qualcosa da recuperare? Perche’ il colpo e’ stato drammatico, ma questo non vuol dire restare in ginocchio”.