Quantcast

Zingaretti: già 32mila prenotati nelle classi 1960 e 1961

Roma – “Tra i 60/61enni ci sono oltre 32mila prenotati, questo significa che dietro cio’ che stiamo facendo c’e’ giustamente una pressione popolare e la fiducia”.

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, parlando al termine di un sopralluogo all’hub vaccinale dell’Outlet di Valmonte, che prendera’ il via il prossimo 19 aprile, ha fatto un punto della situazione sulle prenotazioni per i vaccini delle ultime due classi di eta’, che hanno preso il via questa notte.

“Andremo avanti con il timone ben fermo sulle classi di eta’- ha sottolineato Zingaretti- È ovvio che ci sono molte attivita’ che mettono le persone a rischio, il Covid e’ un pericolo per tutti ma per alcuni e’ piu’ grave perche’ toglie la vita.”

“Siamo partiti dai 90enni a scendere non per discriminazione o sottovalutazione di tante professioni che rischiano ma perche’ non e’ vero che di fronte al rischio Covid tutti rischiano la stessa cosa. Fino a marzo il 60% dei decessi era tra gli over 80.”

“Con la nostra scelta qualcosa di grande e’ gia’ cambiato. Sicuramente questa estate avremo un crollo delle vittime del Covid perche’ avere vaccinato innanzitutto anziani e malati fragili toglie dal rischio di morire migliaia di essere umani”.

Poi, tornando sull’hub di Valmontone, il governatore ha aggiunto: “Qui si combatte una battaglia innanzitutto sanitaria, potremo arrivare fino a tremila vaccinazione al giorno, ma in realta’ e’ un polmone che permette a tutti di di rimettersi in moto. Gli hub vaccinali sono la dimostrazione che ce la faremo e presto usciremo da questo incubo”.