Quantcast

Zingaretti inaugura due case per il ‘Dopo di Noi’

Più informazioni su

Roma – Sono state inaugurate questa mattina, nella zona di Osteria nuova, ai limiti del XV Municipio di Roma, due nuove unita’ della rete regionale delle ‘Case del Dopo di noi’, strutture dedicate a ragazzi con gravi disabilita’ che possono aiutare le famiglie nel processo del distacco dei figli dai genitori sia a causa della loro morte ma anche durante la loro vita.

La duplice struttura si trova in via Antonio Furlan e il taglio del nastro e’ avvenuto alla presenza del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dell’assessore regionale alle Politiche sociali, Alessandra Troncarelli.

“Anche se sotto covid- ha spiegato Zingaretti- abbiamo voluto inaugurare oggi questa struttura perche’ quello che sta nascendo nel Lazio e’ molto importante. Noi lo chiamiamo ‘il patrimonio solidale’, dove per patrimonio si intende in questo caso qualcosa di molto concreto: 23 unita’ immobiliari di cui 17 gia’ aperte.”

“Una rete di immobili che ospiteranno, grazie alla famiglie e alle associazioni, persone che hanno gli stessi diritti di tutti di vivere la propria vita al meglio e con pieni diritti”.

“Per una volta- ha aggiunto Zingaretti- possiamo dire che non ci siamo dimenticati di chi ha bisogno di questi diritti e li abbiamo rimessi al centro dell’azione amministrativa e politica.”

“Per il ‘Durante’ e il ‘Dopo di noi’ abbiamo investito 1,4 milioni, grazie all’Asilo Savoia e anche questa volta ha svolto un ruolo straordinario di coordinamento, di iniziativa, di indirizzo per questa iniziativa.”

“Quello che sembrava un sogno oggi e’ una realta’ ma non ci fermeremo perche’ quello che ci sta insegnando anche la pandemia e’ che abbiamo bisogno gli uni gli altri per una societa’ solidale, per vivere meglio tutte e tutti”.

Le strutture come quelle inaugurate oggi serviranno ad attivare e potenziare programmi di intervento volti a favorire percorsi di deistituzionalizzazione e di supporto alla domiciliarita’. Riproducono ambienti familiari e contengono le stanze per i ragazzi, sale e percorsi sensoriali, ambienti comuni in grado di favorire le relazioni tra i presenti.

Più informazioni su