Quantcast

Zingaretti: parole Salvini sono vergognose, invita giovani a disertare vaccino

Roma – “Invitare i giovani a non vaccinarsi è grave. Siamo in estate e bisogna fare in modo che il maggior numero possibile di giovani si vaccini”.

Le parole di Matteo Salvini secondo cui “vaccinare i giovani non serve” e secondo cui “è demenziale minacciare con l’ago un diciottenne”, rappresentano “una vera e propria vergogna, equivale a dire che non si raggiungerà mai l’immunità di gregge”. Lo dice il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervistato da Monica Guerzoni sul ‘Corriere della Sera’.

Se a settembre l’obiettivo dell’immunità di gregge non sarà raggiunto, secondo il governatore del Lazio, “significherebbe perdere la battaglia contro il virus, come se in guerra si invitassero le persone a disertare. Colpisce che si definiscano patrioti degli esponenti politici che sono contro gli italiani e contro gli interessi del Paese”.

“Questa- sottolina ancora Zingaretti- non è la linea del governo, anche perché sarebbe stata un imbroglio. A me colpisce l’impianto politico e culturale sbagliato, la confusione per cui la libertà è non seguire le regole e non vaccinarsi”.