Zotta: tormentone ridicolo, non c’è nessun allarme arredi

Roma – “Superata la perplessita’ iniziale per tutta la polemica di questi giorni sull’allarme arredi nelle scuole superiori di Citta’ metropolitana, sono stupita per il fatto che una lettera preventiva che segue quelle simili degli anni scorsi, abbia creato tutto questo scalpore. A qualcuno sfugge la strumentalizzazione che viene usata per salire agli onori della cronaca ed avere quella visibilita’, che cerca chi e’ a corto di argomenti. E’ avvilente dover puntualizzare che Citta’ metropolitana di Roma non potendo programmare il proprio bilancio, viene messa alla berlina mortificando prima di tutto i dipendenti e con il solo obiettivo di colpire chi la rappresenta. Esiste, purtroppo una legge che ha stravolto le competenze dell’Ente e l’esercizio amministrativo e democratico di cui nessuno parla. Per questo lavoriamo attraverso variazioni di bilancio che ci consentono di affrontare e risolvere problemi di nostra competenza. Questa situazione dura da quasi cinque anni e gia’ dal giorno dopo la riforma Del Rio si protrae questa situazione, ma solo quest’anno fa scatenare una polemica infinita, senza senso. Ragazzi costretti a stare seduti sul pavimento a scuola non ne ho mai visti, forse in occasione di occupazioni, nelle quali siamo intervenuti a ripristinare una situazione di normalita’. Capisco che questo non fa notizia, ma noi abbiamo il dovere di lavorare per i cittadini, anche in maniera silenziosa. Comprendo, inoltre, che ogni estate debba esserci un tormentone per riempire le prime pagine dei giornali e i titoli dei sommari televisivi, ma credo altresi’ che sarebbe bastato interpellarci per scoprire che tutto questo era un fumo di paglia. Forse abbiamo peccato di eccessivo zelo, di troppa trasparenza e onesta’ verso i Dirigenti scolastici, che ascoltiamo quotidianamente e che cerchiamo di aiutare nonostante un bilancio ridotto all’osso. Invito tutti alla responsabilita’ e se qualcuno vorra’ seguire le nostre iniziative a riguardo, saremo a disposizione, insieme con gli uffici competenti, sempre, anche quando gli altri saranno in ferie”. Lo dichiara il vice sindaco e delegata alle Scuole di Citta’ metropolitana Roma, Teresa Maria Zotta.