RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

SAMPDORIA-ROMA 3-2, MURIEL BEFFA I GIALLOROSSI

Più informazioni su

SAMPDORIA-ROMA 3-2 – La Roma perde la sua prima partita del 2017 in una racambolesca quanto sfortunata partita contro la Sampdoria a Marassi. La contemporanea vittoria (scontata quanto facile) della Juventus contro il Sassuolo riporta a 4 le lunghezze tra i giallorossi e i bianconeri che dovranno recuperare anche la partita con il Crotone. Virtualmente a 7 lunghezza la corsa Scudetto può definirsi già chiusa a Gennaio e anzi la Roma dovrà guardarsi le spalle dell’arrivo del Napoli e dell’Inter ormai a ridosso della squadra di Spalletti.

SAMPDORIA-ROMA 3-2, GIALLOROSSI BEFFATI

SAMPDORIA-ROMA 3-2, MURIEL BEFFA I GIALLOROSSI

SAMPDORIA-ROMA 3-2, MURIEL BEFFA I GIALLOROSSI

LE SCELTE – Spalletti conferma il modulo che sta facendo bene in questo 2017 con la sorpresa Vermaelen in difesa al posto di Kostas Manolas. Confermati invece gli altri uomini che hanno battuto il Cagliari sette giorni fa. In avanti dunque schierato Nainggolan dietro Perotti e ed Edin Dzeko. Dalla parte opposta la Sampdoria di Giampaolo si schiera con il consueto modulo, con la coppia d’attacco Quagliarella-Muriel in attacco. Osservato speciale il colombiano che ha nella Roma la sua vittima preferita, con cinque gol ai giallorossi con tre maglie diverse (Lecce, Udinese, Sampdoria) tra cui uno nella gara di andata.

LA PARTITA – Nel primo tempo la Roma trova subito il gol al 5′ con Bruno Peres ma poi pochi minuti dopo si lascia sorprendere da Muriel che dalla destra riesce a mettere un buon pallone per Praet che da ottima posizione supera Sczesny. La Samp riesce a mettere sotto la Roma ma sono i giallorossi ad andare vicino al gol con Nainggolan che imbeccato molto bene da Dzeko, spara alto dai sedici metri. Il primo tempo dunque si conclude con una Samp in piena fiducia ed una Roma in cerca della sue migliori geometrie. Nel secondo tempo gli uomini di Spalletti scendono bene in campo e sfiorano subito il gol dell’1-2 con Dzeko che da ottima posizione calcia a lato. Al 66′ il bosniaco si rifà fulminando un incerto Puggioni con un bel destro su cross di Emerson Palmieri. La Roma controlla la partita senza affanni fino al 71′ quando Muriel prolunga di testa per il neo entrato Schick che trafigge Szczesny in uscita. Un gol arrivato praticamente dal nulla come quello del 3-2 quattro minuti dopo quando lo stesso Muriel su punizione (generosamente concessa da Mazzoleni per un dubbio fallo su Schick) trova la deviazione della barriera regalando un insperato vantaggio alla Samp. Spalletti a quel punto si gioca le carte Totti ed El Shaarawy ed è proprio l’ex Milan ad andare vicino al pareggio con un conclusione a pochi metri da Puggioni, ma che trova solo il corpo del portiere doriano. La Roma si riversa con rabbia in attacco ma senza trovare il gol e anzi può recriminare per un fallo su Dzeko in area di rigore. Niente penalty per i giallorossi dato che il bosniaco viene fermato per una inesistente posizione di fuorigioco. La Roma quindi perde una sfida tutto sommato in maniera molto sfortunata ed immeritata. Brava la Samp ma di certo gli uomini di Spalletti non meritavano di uscire senza punti da Marassi. Ora per i giallorossi testa al Cesena in Coppa Italia e alla corsa per il secondo posto, diventato quest’oggi il vero obiettivo romanista.

Massimiliano Guerra 

Più informazioni su