RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

A Roma si continua a sparare. Da Prati a Primavalle il Far West della Capitale

Più informazioni su

A Roma si continua a sparare. Ieri un 37enne è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in via Guido di Montpellier, nella zona di Primavalle, mentre il 25 gennaio scorso teatro di un omicidio era stata via del Fontanile Arenato, una strada residenziale, la stessa dove il 20 marzo del 1987 un commando dei Pac-Brigate Rosse aveva ucciso il generale dell’Aeronautica Licio Giorgieri. E poi Tor Bella Monaca, il Trullo, ma anche Prati, la Pisana e addirittura il centro: nessun quartiere sembra immune da questa nuova ondata di sangue. Ecco la mappa delle zone dove sono avvenuti ferimenti e delitti dall’inizio del 2011 a oggi, a partire proprio da Primavalle. PRIMAVALLE: Il 27 luglio viene ucciso a colpi di pistola Simone Colaneri, 30 anni. L’agguato avviene in pieno giorno, poco prima delle 15.30 in via Pietro Bembo, all’altezza del civico 39. Il 30enne aveva alcuni precedenti. Il 7 febbraio scorso, poi, in via di Torrevecchia viene ucciso Mario Maida. Maida viene raggiunto da un colpo alla testa poco dopo essere uscito dal garage con la sua auto. CASILINO-TOR PIGNATTARA: Il 4 gennaio scorso in via Alò Giovannoli, nel quartiere Tor Pignattara, Zhou Zeng, cinese di 31 anni e la figlia di nove mesi, Joy, vengono uccisi da un solo colpo di pistola sparato da uno dei due uomini, secondo le indagini due marocchini, che stanno tentando di rapinarli. Il 13 dicembre scorso, non lontano, viene invece ferito a colpi di arma da fuoco un albanese di 54 anni, mentre si trova all’interno del punto Snai di via dei Colombi, nel quartiere Casilino. Ad agire due uomini arrivati a bordo di uno scooter. L’albanese viene raggiunto da due proiettili uno al gluteo e l’altro alla coscia. A un giorno dalla vigilia di Natale, il 23 dicembre, viene ferito a colpi d’arma da fuoco a largo Mengaroni, Gioacchino Agliano, 50 anni, che ha diversi precedenti per spaccio di droga, rapina e ricettazione. A sparare due uomini a bordo di uno scooter. Il 2 novembre scorso in via Amico Aspertini, una traversa di via di Tor Bella Monaca, Massimiliano Cogliano, buttafuori 32enne con piccoli precedenti, viene ferito mentre sul suo Suv rientra a casa con la convivente. Contro lui i sicari esplodono una raffica di colpi di pistola, solo tre lo colpiscono al collo e all’addome. TOR VERGATA: Non lontano da Tor Bella Monaca il 15 dicembre, viene ucciso con tre colpi di pistola al torace Marco Attini, 38 anni. Attini sta rientrando a casa in auto, in via Ferruccio Ulivi, una traversa di via di Tor Vergata, quando i due killer, a bordo di una moto di grossa cilindrata con i volti coperti da caschi integrali, gli sparano. Accanto a lui c’è la fidanzata, che rimane illesa. Il 18 dicembre un albanese viene colpito mentre è in via Torrenova a bordo di un’auto non sua. La vettura appartiene a un 64enne noto alle forze dell’ordine per spaccio di droga. TRULLO: Il 19 settembre scorso in via Monte delle Capre, una traversa di via del Trullo, viene ferito da un colpo di pistola un 33enne. Circa dieci giorni dopo per quell’episod io la Squadra Mobile di Roma arresta Vincenzo Bilotta, considerato boss del Trullo. Il 33enne aveva affrontato Bilotta mettendolo in ridicolo davanti ad alcuni suoi uomini all’interno del bar Luna Rossa. Per questo viene punito. ROMA CENTRO: La sera del 9 novembre Paolo Marcoccia, un pregiudicato di 48 anni, viene ferito da un colpo di pistola al torace a piazza Nicosia, in pieno centro. Contro Marcoccia i killer, arrivati a bordo di una moto nera, sparano tre colpi di pistola. Il 48enne, che insieme al fratello gestisce una sala giochi a due passi dal luogo dell’agguato, in via della Scrofa, ha diversi precedenti: rapina, detenzione e spaccio di droga, scommesse clandestine, associazione a delinquere e truffa. PRATI: Il 5 luglio vittima di una raffica di colpi è Flavio Simmi, 33enne romano. Simmi viene freddato in via Grazioli Lante. Anche in questo caso la vittima è in auto con la moglie e sta uscendo da un parcheggio non lontano da casa. La gomma della sua Ford Ka grigia viene bucata prima dell’agguato. L’8 aprile viene ucciso con due colpi di pistola alla schiena Roberto Ceccarelli, 45 anni, con precedenti per reati finanziari. L’esecuzione avviene in via Col di Lana, davanti al Teatro Delle Vittorie nel quartiere Prati, poco prima delle 21. Per questo omicidio vengono fermate due persone, Attilio Pascarella e Daniele Pezzotti e il processo a loro carico con rito abbreviato è partito il 15 dicembre. OSTIA: E si spara anche sul litorale romano. Il 22 novembre a Ostia in un duplice omicidio vengono uccisi Giovanni Galleoni, 40 anni e Franco Antonini di 51. SAN LORENZO: Il 29 dicembre scorso, in via dei Lucani, Carmelo Fichera, 45enne originario di Catania e già noto alle forze dell’ordine, viene colpito alle gambe. Sono le 5.30 di mattina.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.