RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Affittopoli, Polverini: “Basta privilegi. Violenza sulle donne non venga strumentalizzata”

Più informazioni su

«Sono contratti assolutamente fuori dai valori di mercato. Si è creata negli anni una sacca di privilegi che non è ammissibile e di cui ci siamo fatti carico subito. Oggi in tanti, soprattutto dall´opposizione, chiedono a gran voce gli elenchi degli affittuari, ma io mi chiedo come mai proprio loro, che fino a qualche tempo fa erano maggioranza, non abbiano avuto modo di visionarli e di mettere mano a questa situazione. Come rappresentante di una istituzione e dei cittadini ho il dovere di proteggere e valorizzare questo patrimonio. L´era dei privilegi è giunta al capolinea». Lo ha detto Renata Polverini presidente della Regione Lazio intervistata da Paolo Boccacci per La Repubblica relativamente alla questione denominata «affittopoli». «In periferia – prosegue la Polverini – ci sono fabbricati per i quali le spese della Regione per la manutenzione ordinaria superano di gran lunga i ricavi degli affitti. Stiamo quindi valutando la dismissione di immobili che non sono in aree di pregio e normalmente sono affittati da pensionati o lavoratori dipendenti. Più in generale, da quattro mesi stiamo verificando tutti i contratti di locazione, vanno adeguati ai valori di mercato, anche coinvolgendo le Ipab.Abbiamo già avviato un´inchiesta interna per evitare proprio che società fittizie possano trasformare gli appartamenti in residenze. Detto ciò, c´è un´inchiesta aperta anche dalla Procura di Roma e potranno contare su tutta la nostra collaborazione». «Prima ancora di intervenire su »affittopoli«, ci siamo attivati su alcuni casi eclatanti che abbiamo scovato, come la vendita di un intero palazzo di pregio in via Maria Adelaide che stava per essere svenduto a metà del suo valore, 13 milioni di euro contro i 26 milioni che vale, perché risultava stabile occupato – continua Polverini – Abbiamo verificato che gli occupanti erano centri sociali. A fine luglio abbiamo approvato una delibera che ha sospeso la gara per la vendita, attivando immediatamente la prefettura per lo sgombero. E´ stato presentato un ricorso al Tar per chiedere al sospensiva dell´atto di Giunta, ma è stata negata. Anche sugli affitti, siamo già intervenuti con due delibere approvate lo scorso 28 gennaio: una per effettuare, attraverso una convenzione con l´ordine dei Notai, una analisi completa del valore del reale patrimonio immobiliare, mai fatta prima. Con l´altro provvedimento abbiamo chiesto per gli esercizi commerciali di proprietà regionale l´adeguamento dei contratti al valore di mercato. Ci siamo dati da fare anche per quel che riguarda gli affitti che la Regione paga per le strutture in cui è locataria tanto che risparmieremo 7 milioni e mezzo di euro di affitti passivi. Per quanto riguarda i mancati incassi, faccio solo un esempio. L´Ipab S.Alessio, dopo una verifica sui contratti di locazione, ha recuperato già il 40 per cento delle morosità pregresse, che ammontavano a 500mila euro»

Basta con la strumentalizzazione a fini politici degli episodi di violenza contro le donne. È l’appello lanciato dal presidente della Regione Lazio Renata Polverini, che oggi nella sede della giunta regionale ha presentato assieme al sindaco di Roma Gianni Alemanno le iniziative a cui Roma Capitale e Regione lavoreranno in tema di violenza contro le donne. «Da donna vorrei fare un appello, proprio in presenza del sindaco per dire: non strumentalizziamo più la violenza sulle donne – ha spiegato Polverini – In un momento così drammatico per una donna è assolutamente da contrastare ogni forma di strumentalizzazione politica. Un appello che non faccio solo in difesa del sindaco ma da donna»

Più informazioni su