RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Aggressione Talenti, continua lo scambio di accuse CasaPound “Lanciate biglie con delle fionde” Centri Sociali: “Abbiamo fatto solo volantinaggio”

Più informazioni su

Cassonetti rovesciati in via dei Prati Fiscali dopo alcuni tafferugli tra manifestanti dei centri sociali e polizia (Foto ansa)

«Hanno lanciato delle biglie con delle fionde sul nostro edificio e si sono presentati armati di caschi e bastoni. Fortunatamente hanno rotto solo un paio di finestre senza ferire nessuno». Lo ha detto il vicepresidente di CasaPound Italia, Andrea Antonini, che ieri pomeriggio era presente quando un centinaio di manifestanti dei centri sociali hanno tentato di raggiungere un edificio in via Val d’Ala occupato dal movimento della ‘tartaruga frecciatà. «Sono senza parole – ha aggiunto – dal 6 aprile è già la seconda volta che vengono qui. Vogliono farci sgomberare ed è ridicolo visto che loro hanno quattro occupazioni in corso a pochi chilometri di distanza. Lanciare quelle biglie poteva essere pericoloso perchè qui abitano diciotto famiglie in grave stato d’emergenza abitativa». A chi gli chiedeva se ci fosse una correlazione tra l’aggressione dei sei studenti avvenuta ieri notte a Talenti e la sua gambizzazione, Antonini ha risposto: «Non c’entra nulla ma quando c’è un clima di odio e la voglia di far giustizia da sè è chiaro che succede di tutto»

«Non abbiamo lanciato nessun oggetto contro l’edificio di CasaPound. Eravamo a grande distanza. Oggi volevamo fare solo del volantinaggio in via Val d’Ala ma non ci è stato permesso». Lo ha detto uno dei manifestanti del centro sociale Astra 19, protagonisti ieri di alcuni momenti di tensione con le forze dell’ordine nella zona di via dei Prati Fiscali. «Con il volantinaggio – ha spiegato – volevamo denunciare l’aggressione avvenuta martedì sera a Talenti e il clima da ‘squadrismo’ che sta nel quartiere da quando CasaPound ha occupato lo stabile in via Val d’Ala. Quella di ieri sera è stata solo il culmine di diverse aggressioni subite. Per questo abbiamo descritto nei volantini chi sono quelli di CasaPound e chi li ha mandati nel quartiere, ovvero l’amministrazione di questa città».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.