Atac, presentazi​one autobus con cabine anti-aggre​ssione. Alemanno: “Sicurezza dei bus essenziale nella nostra città”. Foto

Più informazioni su

    Entro la fine dell’anno saranno disponibili i 200 bus antiaggressione con cabina di sicurezza. Rispettato in pieno, perciò, l’impegno assunto dall’amministratore delegato, Carlo Tosti, davanti al Prefetto e all’azionista Roma Capitale in occasione della riunione convocata a Palazzo Valentini lo scorso 6 ottobre. Al 31 dicembre, quindi, saranno disponibili 178 Breda Menarini da 18 metri, ai quali è stato installato un maniglione antipanico che completa la dotazione di sicurezza, trattandosi di mezzi già parzialmente cabinati, e 22 Cursor Iveco da 12 metri. Per quest’ ultimi è stato necessario creare le nuove cabine, progettate e realizzate direttamente da Atac spa.

    I 200 bus si sommeranno ai 50 già in servizio dotati di cabina di sicurezza, mentre tutti i nuovi mezzi di superficie acquistati in futuro da Atac saranno già dotati dai fornitori di cabina blindata.

    Tutte le lavorazioni necessarie per l’adeguamento delle 200 vetture sono state realizzate dalle maestranze Atac, senza il ricorso al contributo di manodopera esterna. Un elemento in linea con la volontà dell’Azienda di valorizzare proprio il patrimonio professionale.

    I “nuovi” bus antiaggressione verranno impiegati sulle linee “calde”, oggetto di episodi di aggressione che hanno coinvolto personale di guida aziendale.

    L’iniziativa è stata presentata oggi alla sede Atac di via Prenestina dal sindaco Gianni Alemanno, dall’assessore capitolino alla Mobilità, Antonello Aurigemma, dall’amministratore delegato di Atac, Carlo Tosti. «La sicurezza dei bus è essenziale per la vita della nostra città – ha detto Alemanno – ringrazio Atac per lo sforzo effettuato in un momento economicamente difficile. Un’iniziativa decisiva per scongiurare eventuali aggressioni degli autisti in servizio». (Foto Daniele Senatore/Macro-Lab)

    [nggallery id=85]

    Più informazioni su