RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Bologna-Roma 0-3 : Tris giallorosso al Dall’Ara

Più informazioni su

Bologna-Roma 0-3 La Roma riparte da Bologna. Con una prova concreta e senza tanti fronzoli la squadra di Spalletti si prende i tre punti al Dall’Ara, rimanendo a sei lunghezze di ritardo dalla Juve capolista e allungando momentaneamente sul Napoli terzo in classifica, impegnato questa sera all’Olimpico.

BOLOGNA-ROMA 0-3 , SPALLETTI RIPARTE DAL 4-2-3-1

Bologna-Roma 0-3 : Tris giallorosso al Dall'Ara

Bologna-Roma 0-3 : Tris giallorosso al Dall’Ara

Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia, Spalletti riparte scegliendo un 4-2-3-1: In difesa torna Fazio che fa coppia con Manolas al centro, mentre sugli esterni agiscono Rudiger e Juan Jesus. A centrocampo si riprende una maglia da titolare De Rossi che fa coppia con Strootman. Dietro Edin Dzeko, unica punta giallorossa, agiscono invece Nainggolan, Salah e Stephan El Shaarawy che ha la meglio nel ballottaggio con Diego Perotti che si accomoda in panchina. Dall’altra parte Donadoni si affida al tridente formato dall’ex Mattia Destro, Verdi e Kreicj.

Bologna-Roma 0-3: La sblocca Fazio

Primo tempo dai ritmi molto blandi, con la Roma che cerca di far girare palla ed il Bologna che prova a sorprendere i giallorossi alle spalle della loro difesa con le classiche imbucate cercando la velocità del tridente offensivo. Un copione che non produce alcuna occasione da entrambe le parte, fino al 25′ quando Fazio sblocca il risultato sfruttando una palla vagante scaturita da un calcio d’angolo dalla destra. Il centrale argentino è bravo a leggere la traiettoria del rimpallo e a scaricare in porta alle spalle di un incolpevole Mirante. Il gol del vantaggio da sicurezza alla Roma, mentre non scuote il Bologna alla ricerca di non si sa quale trama offensiva. Non si registrano però vere e proprie occasioni se non al 41′ quando Salah porta sullo 0-2 la Roma grazie ad un bel tocco in profondità di Dzeko, che pesca l’egiziano a tu per tu con il portiere rossoblu. Molto bravo l’ex attaccante del Chelsea a toccare delicatamente il pallone e a depositarlo alle spalle di Mirante. La Roma quindi senza grossi sforzi chiude il primo tempo in vantaggio di due gol, mentre il Bologna a fine primo tempo deve anche rinunciare a Verdi per un guaio muscolare.

Nella ripresa il Bologna, con l’ingresso di Di Francesco al posto di Verdi, riesce, almeno ad inizio ripresa, a creare un paio di nitide occasioni: Prima con Dzemaili che di testa a botta sicura trova un attento Szczesny e poi con lo stesso Di Francesco che da posizione defilatissima fa partire un diagonale velenoso quanto sfortunato che trova il palo interno e torna in campo. Con queste due occasioni si esaurisce la reazione della squadra di casa e la Roma controlla senza problemi il doppio vantaggio. Vantaggio che aumenta al 75′ quando il neo entrato Perotti (subentrato ad uno spento El Shaarawy) serve su un piatto d’argento il gol dello 0-3 ad Edin Dzeko, in campo aperto e a tu per tue con Mirante, totalmente abbandonato dalla sua difesa. Il gol del bonsiaco, il numero 24 in campionato per lui, spegne definitivamente le speranze bolognesi e chiude il match con quindici minuti di anticipo consegnando cosi tre punti importanti agli uomini di Luciano Spalletti. Una vittoria che vale tanto per la Roma ovviamente, sia sotto l’aspetto della classifica, sia sotto l’aspetto mentale perché permette di archiviare la delusione di martedì sera in Coppa Italia. Ora testa a sabato quando all’Olimpico arriverà l’Atalanta ancora in piena corsa per un posto in Europa League.

Massimiliano Guerra

Più informazioni su