CGIL: Roma, nuove auto Polizia Locale inadeguate a rilevazioni incidenti

Scipioni: nuove auto Polizia Locale di Roma inadeguate a rilevazioni incidenti

Polizia Locale Roma Capitale

Polizia Locale Roma Capitale

Roma – Emiliano Scipioni, Fp Cgil Roma e Lazio, ha rilasciato delle dichiarazioni in una nota.

Redazioni atti su appoggi di fortuna

“Sono in consegna presso la varie unita’ organizzative del Corpo della Polizia locale di Roma Capitale i nuovi veicoli destinati alle attività di rilevazione degli incidenti stradali. Stiamo pero’ ricevendo già diverse segnalazioni da parte dei lavoratori sulla mancanza di alcune importanti dotazioni rispetto ai veicoli già in uso”.

“Abbiamo appreso con sconcerto infatti che, nei nuovi veicoli, la redazione degli atti e dei rilievi debba essere fatta con appoggi di fortuna. Mancano infatti tavolini interni all’abitacolo, presenti invece nei veicoli fino ad oggi in dotazione. La soluzione adottata prevede la predisposizione della cappelliera posteriore a piano scrittoio per la redazione degli atti”.

“Questa soluzione, in barba alle più elementari norme di sicurezza e di buonsenso, appare inadeguata. Gli operatori infatti potrebbero trovarsi a redigere gli atti posizionandosi nella parte posteriore del mezzo. Ciò vuol dire che dovrebbero utilizzare il piano scrittoio necessariamente con il portellone posteriore alzato. In questo modo darebbero le loro spalle e quelle dei cittadini chiamati alla firma di eventuali atti alla corrente di traffico. Ritrovandosi magari a respirare i gas di scarico del veicolo acceso”.

Il portellone alzato copre la segnalazione luminosa

“Ancor più grave, se possibile, il fatto che il portellone alzato vada a coprire la visibilità posteriore dei dispositivi di segnalazione luminosa presenti sul tetto dei veicoli. Assurdo il fatto che non siano stati considerati alcuni eventi. Come quelli che in passato hanno visto operatori del Corpo coinvolti in incidenti. E questo a causa dei veicoli che hanno tamponato l’autopattuglia ferma. In alcuni casi mentre gli stessi operatori si trovavano dietro a questa”.

“Auspichiamo che le problematiche rappresentate non siano derivate da logiche di risparmio. Se cosi’ fosse, risulterebbe inconcepibile risparmiare sulla sicurezza degli operatori del Corpo e dei cittadini. L’amministrazione prenda provvedimenti per dotare il Corpo di mezzi adeguati ai compiti che svolge la Polizia Locale”.