RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Civita Castellana, stupro nell’ospedale: è un’infermiere capo padre di 2 figlie il responsabile

Più informazioni su

È un infermiere responsabile di sala in servizio nell’ospedale di Civita Castellana (Viterbo) l’operatore sanitario arrestato per violenza sessuale su una paziente all’alba di oggi. Secondo quanto si è appreso, avrebbe abusato di una paziente cui era stato somministrato un anestetico per essere sottoposta a un esame endoscopico. Il caposala, tra l’altro, non lavora nell’ambulatorio dove si sarebbe verificato lo stupro mentre la donna era addormentata, ma ci si sarebbe recato appositamente per commettere la violenza. Nei suoi confronti il gip di Viterbo, su richiesta del Pm che ha coordinato le indagini, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita dagli uomini della Squadra Mobile diretta da Fabio Zampaglione.

È un uomo di 56 anni, sposato, padre di due figlie, residente a Sant’Oreste, piccolo centro a nord di Roma, l’infermiere capo dell’ospedale Andosilla di Civita Castellana arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Viterbo per violenza sessuale aggravata. La vittima è una donna di 38 anni, sposata e madre di due figli, residente in un paese della Tuscia. Lo stupro sarebbe avvenuto poco dopo che la donna era stata sottoposta a un accertamento endoscopico, per eseguire il quale era stata anestetizzata. Quando il caposala è entrato nella stanza e, secondo il racconto della paziente, l’ha violentata, lei ancora semiaddormetata, anche se si rendeva conto di quanto stava avvenendo. Nonostante il torpore causato dall’anestetico, la donna ha riferito di aver tentato di divincolarsi e di aver chiesto aiuto, ma nessuno l’ha sentita. Dopo che il caposala si era allontanato, nella stanza è entrato il marito della donna per riportarla a casa. Lei gli ha raccontato della violenza subita e, insieme, hanno immediatamente avvisato un medico. Infine, hanno denunciato tutto alla polizia. La donna, come ha spiegato il capo della Squadra Mobile Fabio Zampaglione, ha riconosciuto il presunto stupratore dalle foto che le sono state mostrate dagli investigatori.

Più informazioni su