RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Continua il lavoro dello Sportello Antiusura della Provincia di Roma

Più informazioni su

Lo Sportello intercomunale Antiusura della Provincia di Roma – il numero verde 800.910.215 – fa il bilancio per il 2011: 401 chiamate, 74 appuntamenti, un totale di 131mila euro erogati.

Cifre significative per un servizio che, dal 2003, si batte quotidianamente per la prevenzione di uno dei fenomeni sociali e criminali più odiosi. A illustrare i dati, a Palazzo Valentini, il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti e l’assessore alla Lotta all’usura e Tutela dei consumatori, Serena Visintin. Presenti tra gli altri anche i comandanti provinciali dei Carabinieri, Maurizio Mezzavilla, e della Guardia di Finanza, Ignazio Gibilaro, il direttore generale della Provincia, Antonio Calicchia, e l’assessore provinciale alla Sicurezza, Ezio Paluzzi.
I numeri, in continuo aumento (nel 2010 le chiamate erano state 352, nel 2009, 264, nel 2008, 192) testimoniano il buon lavoro svolto, ma anche dell’allargamento del problema. L’utente medio dello sportello ha problemi di sovraindebitamento, è uomo, sposato, di età compresa tra i 41 e i 50 anni, lavoratore dipendente, con un figlio a carico e un reddito mensile che non supera i 1.000 euro. Il maggior numero di chiamate viene da Roma (11), a seguire Frascati (8), Tivoli e Rocca di Papa (6). Nel dettaglio, dei 74 incontri ben 60 (l’80%) si sono risolti con una consulenza o ascolto, mentre in 14 casi si è arrivati all’ erogazione di somme di garanzia bancaria comprese tra i 1.800 e i 19.000 euro. Del totale dei 131 mila euro, ben 32.800 sono stati erogati in favore di utenti residenti a Tivoli, seguono Monte Porzio Catone (16.000 euro), Roma (15.550), Frascati (15.500) e Civitavecchia (15.000).
“Di fronte a un dramma come quello dell’usura – ha commentato il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti – la prima cosa importante è fare il proprio dovere, quindi come Provincia sosteniamo lo Sportello Antiusura. Poi bisogna fare squadra con tutti, associazionismo laico e religioso e Forze dell’ordine. Questa battaglia – ha spiegato – la si vince solo se tutti siamo uniti e se, ognuno facendo il proprio dovere, si presidia il territorio. Noi proviamo malgrado tutto a essere vicini ai problemi delle persone”.
“La giornata -ha sottolineato l’assessore Visintin- nasce per porre l’attenzione su un tema verso il quale mettiamo in campo politiche contro questa piaga del nostro territorio. Vogliamo, inoltre, rilanciare un’iniziativa che è della Provincia di Roma, ovvero lo Sportello di Monte Porzio Catone che consorzia 29 Comuni. Noi proporremo agli altri sindaci ancora non consorziati di aderire”.
Lo Sportello Antiusura è attivo dal 2003 su tutto il territorio provinciale. Ne fanno parte la Provincia di Roma, tra i soci fondatori, la Caritas di Frascati, la Caritas di Tivoli, le Associazioni ‘Tuscolana Solidarietà’ e ‘Ambulatorio Antiusura’ e appunto 29 Comuni della Provincia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.