Quantcast

Dopo un aborto al San Camillo-Forlanini torna a casa e trova il feto negli slip

Più informazioni su

    Denuncia choc di una giovane donna che dopo un aborto all’ospedale San Camillo-Forlanini avrebbe espulso il feto una volta tornata a casa. A raccontare l’accaduto uno dei difensori della donna, l’avvocato Nicola Polisini, ai microfoni di RadioRadio, annunciando di aver già presentato denuncia-querela presso la Procura. «La nostra assistita – ha spiegato il legale – si era recata presso un ospedale romano per effettuare un’interruzione volontaria della gravidanza avendo accertato in fase antecedente una malformazione del feto. Un intervento che sembrava essersi concluso ma così non è stato. L’indomani mattina è andata in bagno e nel tirarsi giù lo slip ha trovato all’interno il feto. Con grande stupore, sconforto, paura è svenuta per essere poi soccorsa dai familiari. La ragazza ancora sconvolta ha raccolto il feto e lo ha posto in un contenitore e si recata presso un altro ospedale dove è stata posta a ricovero ospedaliero. La donna è ancora in stato di stress, fortemente turbata».

    Più informazioni su