RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Filmfest di Roma, contestazione del ‘Il popolo di Roma’: “Basta tagli indiscriminati”

Più informazioni su

Contestazione breve ma piuttosto violenta, con un fumogeno arrivato sull’inizio del red carpet, questa sera nel finale della passerella inaugurale della sesta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma che fino a pochi minuti prima aveva visto sfilare una folta rappresentanza di personaggi del mondo dello spettacolo, del mondo politico e delle istituzioni. Un piccolo gruppo di manifestanti, con bandiere rosse e pacifiste, ha tentato una rapida irruzione sul red carpet, al grido ‘siamo noi la capitale’, lanciando diversi fumogeni, uno dei quali ha raggiunto l’inizio del tappeto rosso. I contestatori fermati distribuivano volantini con la sigla «Il popolo di Roma», in cui scrivono «Basta tagli. Prima Roma e i romani». «Oggi siamo qui a contestare – si legge – tagli indiscriminati del nostro governo e della Lega Nord». Immediata la reazione delle forze dell’ordine che hanno bloccato l’azione e compiuto alcuni fermi.

Il red carpet era stato inaugurato in un clima distesissimo dai protagonisti del film d’apertura. Prima della proiezione fuori concorso nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium di ‘The Lady’ di Luc Besson, sul red carpet hanno sfilato il regista francese e gli attori Michelle Yeoh e David Thewlis, cui il pubblico romano ha tributato grandi applausi anche per l’impegno civile della pellicola.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.