RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

GIUSTIZIA | BAMBINA AFFIDATA A COPPIA GAY. A BOLOGNA SI PUO’

Più informazioni su

Pretendere in Italia la certezza del diritto è perdere temp. Ogni giudice interpreta la legge come gli suggerisce la sua coscienza, o le sue convinzioni politiche e sociali, visto che le leggi sono scritte in modo tale da poter essere interpretate a piacere. E quello che è consentito a Bologna non è consentito, ad esempio, a Torino o a Roma. Guardate che cosa è successo a Bologna, appunto, secondo quanto ne riferisce il Corriere della sera.

Dunque, scrive il Corriere, a Bologna è possibile. Una coppia gay può ottenere in affidamento dal tribunale minorile una bambina di tre anni perché offre tutte le garanzie di sicurezza e stabilità richieste dalla legge in questi casi. Il sesso dei due componenti della coppia diventa un elemento ininfluente. Tutto bene? Naturalmente dipende dai punti di vista, qui le opinioni possono dividersi. (…)

La vera questione, che riguarda il principio della piena parità di diritti tra i cittadini prevista dalla Costituzione, è che in assenza di regole chiare e di una legislazione trasparente e sicura, prospera ciò che stiamo vedendo: un florilegio di sentenze diverse tra loro, una grande quantità di soluzioni e di varianti.

Più informazioni su