RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La Roma alza la voce: con l’Atalanta fuori Nainggolan

Più informazioni su

AS ROMA –  Mister Di Francesco fa la voce grossa. Il belga escluso dall’impegno odierno contro i nerazzurri bergamaschi per i video di capodanno, nonostante una gara sulla carta complicata e un periodo non propriamente felice per i colori giallo e rosso.

Roma reduce da due settimane nere, iniziate con l’eliminazione prematura dalla coppa Italia per mano del Torino, proseguita con la sconfitta all’Allianz stadium e terminata, assieme al 2017, con il pareggio interno contro il Sassuolo.
La sfida all’Atalanta, in programma questo pomeriggio alle ore 18.00, inaugurerà tanto il nuovo anno quanto il girone di ritorno. Contro gli orobici si aprì di fatto il campionato corrente, iniziato col piglio giusto grazie alla punizione da 3 punti firmata Kolarov. Di Francesco, oltre all’escluso Nainggolan, dovrà far a meno anche di Daniele De Rossi. Il capitano è stato depennato dalla lista dei convocati a causa di noie muscolari, costringendo il tecnico a stravolgere nuovamente la linea di centrocampo. Pellegrini, autore dell’illusorio vantaggio contro gli emiliani nell’ultimo impegno, farà le veci del Ninja, mentre Gonalons avrà ancora una volta il delicato compito di sostituire il numero 16. A completare la linea mediana del campo sarà Strootman, alla ricerca continua di una forma ormai persa da diverso tempo.
Confermata la linea a 4 a difesa di Alisson: Florenzi e Kolarov agiranno rispettivamente a destra e sinistra, mentre Manolas e Fazio comporranno il duetto di centrali. In attacco si torna invece alle origini, con Edin Dzeko supportato da una parte e dall’altra da El Shaarawy e Diego Perotti. Solo panchina, almeno inizialmente, per Schick.

Roma 4-3-3: Alisson; Florenzi-Manolas-Fazio-Kolarov; Strootman-Gonalons-Pellegrini; El Shaarawy-Dzeko-Perotti

Atalanta 3-4-1-2: Berisha; Toloi-Caldara-Masiello; Hateboer-Cristante-Freuler-Spinazzola; Ilicic; Gomez-Petagna

Atalanta reduce da un finale di stagione esaltante in coppa ma poco convincente in campionato. Gli orobici hanno perso l’ultimo turno casalingo contro il Cagliari, ma sono poi andati a sbancare il San Paolo di Napoli conquistando una storica semifinale di Tim cup. I ragazzi di Gasperini, autori di una stoica qualificazione ai sedicesimi di Europa League, non escono battuti dallo stadio Olimpico dalla stagione 2013/2014. L’anno scorso servì un gol di Dzeko per salvare i padroni di casa dal vantaggio iniziale ospite targato Kurtic, mentre due anni fa la Dea riuscì tra andata e ritorno a collezionare 6 punti su altrettanti a disposizione.
Al momento i Gasperini boys veleggiano a metà classifica, con 27 punti all’attivo e la consapevolezza di essere anche per quest’anno la vera mina vagante di una serie A mai come quest’anno in bilico. Con un successo i giallorossi aggancerebbero l’Inter al 3° posto, mentre l’Atalanta rilancerebbe le proprie ambizioni europee anche per quest’anno.

Massimiliano Sciarra

 

Più informazioni su