Lazio senza fatica batte il Malaga 1-0

Lazio senza fatica batte il Malaga 1-0 – Il gol forse è di Immobile, forse è un’autorete del difensore spagnolo –

Senza fatica è un modo di dire, perché tutti i 22 (ma alla fine con le sostituzioni si sono avvicinati a 40) giocatori hanno corso, spesso a vuoto, più per vedere se ce la facevano che per conquistare un pallone che spesso non sapeva dove andare.

CIRO IMMOBILE

CIRO IMMOBILE

La Lazio ha dominato non solo per il risultato finale, che le assegna la Copa del Sol, ma perché ha mostrato per tutti i 90 minuti di sapere che cosa fare in campo, nonostante la mancanza del faro di Biglia, felicemente approdato a Milano, sostituito da controfigure volonterose ma meno dotate della capacità di inventare gioco.

Salvo le solite incertezze e distrazioni in difesa, che stavano per regalare un gol al Malaga, i laziali non sono stati mai spaventati dai padroni di casa. E forse la distrazione di De Vrij e compagni era soltanto una sceneggiata per far vedere a tutti quanto vale Strakosha, lui sì che non si è mai distratto.

La paternità del gol rimane misteriosa, anche perché la regia spagnola delle riprese mostrate su Mediaset Premium non è stata in grado di far vedere in modo inequivocabile se il piede che ha calciato il pallone alle spalle del portiere Roberto era quello di Immobile o quello dello sfortunato difensore locale. A Malaga evidentemente dispongono di una sola telecamera, che ha ripreso l’azione da dietro, ma per mostrare il piede fatale occorreva una ripresa da un’altra angolatura.

Il Malaga ha fatto una sola azione pericolosa, quella sventata da Strakosha e favorita dalla distrazione della difesa laziale. La Lazio ha impensierito i locali un paio di volte con Keita, che ha centrato un palo, oltre a qualche tiraccio finito vicino ai o lontano dai pali.

La Lazio ha vinto tutte e sette le amichevoli disputate in questo precampionato, forse un buon segno in vista della supercoppa che domenica prossima cercherà di sottrarre alla Juventus.

Arrigo d’Armiento