RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Maltempo, livello del Tevere è risalito. In 2 giorni 2mila chiamate nella zona di Frascati

Più informazioni su

«Il livello del Tevere è risalito nelle ultime ore attestandosi a 10,20 metri alle ore 10.30, un progressivo aumento cui ha contribuito il bacino del Velino Nera che ha risentito dello scioglimento della neve sul Terminillo, circa 40 centimetri di neve sciolta in 72 ore». Lo dichiara il responsabile del Centro funzionale regionale della Protezione civile della Regione Lazio, Francesco Mele che aggiunge: «In giornata il livello del Tevere tenderà a diminuire gradualmente, tutti fenomeni che rientrano nella normalità». Sotto osservazione rimane anche il fiume Aniene che continua a mantenere livelli alti, nonostante la riduzione e la minore intensità delle precipitazioni, proprio a causa della difficoltà a confluire nel fiume Tevere, a livelli già alti. «Negli altri bacini del Lazio invece – prosegue Mele – si sta registrando un progressivo calo dei livelli della portata d’acqua: il Liri all’altezza di Pontecorvo adesso è a 8,30 metri e, come il Sacco e gli altri corsi d’acqua della zona, diminuisce costantemente di 10/15 centimetri l’ora. In netto miglioramento anche la situazione nel reatino, i laghi del Salto e del Turano sono rimasti a livelli di assoluta sicurezza». Intanto centinaia di volontari della Direzione regionale della Protezione civile del Lazio stanno operando da stanotte su tutto il territorio regionale, in particolare nelle province di Roma e di Frosinone, per superare le emergenze che sono conseguite all’ondata di maltempo. A Bellegra, dove 400 persone al momento si trovano isolate, le associazioni di volontariato stanno svolgendo attività di supporto per consentire il ripristino dei collegamenti e della regolare circolazione viaria, sgombrandola dai detriti che si sono riversati sulle strade a causa di vari smottamenti. A Terracina si è levato nuovamente in volo l’elicottero della Protezione civile per fortificare gli argini del Canale Portatore dopo l’operazione di ieri che ha consentito di rientrare nel suo regolare corso d’acqua. Un altro elicottero sorvolerà la provincia di Latina per effettuare un monitoraggio dell’alto della situazione e dei danni sul territorio, in particolare sul comune di Cori. Proprio per questo i tecnici dirigenti regionali della Protezione civile, del Genio Civile regionale e i geologi dell’area Difesa del suolo, da stamattina sono sul posto, tra Gerano, Genazziano, Pisoniano, San Vito romano per effettuare una prima stima dei danni che hanno colpito strade comunali e provinciali e sulle quali continuano gli interventi delle organizzazioni di volontariato della Protezione civile, circa un centinaio nelle ultime 24 ore. Per quanto riguarda Frosinone solo oggi ci sono stati 70 interventi dei volontari della Protezione civile del Lazio, e oltre 100 in tutta la provincia tra Ceprano, Alatri e Piglio per allagamenti, smottamenti, interventi di pulitura, frane. Il monitoraggio della Sala operativa della Direzione regionale della Protezione civile prosegue

Sono circa 2mila in due giorni le chiamate di aiuto arrivate al 112 a causa del maltempo che ha colpito l’area intorno Frascati. È quanto si apprende dai carabinieri. Sono circa 20 i nuclei familiari evacuati per smottamenti ed esondazioni nella zona. Gli ultimi tre stamattina a Genazzano intorno alle 11. I militari e i vigili del fuoco hanno sgomberato 12 pesone in via Sisto Jella per uno smottamento del terreno che ha colpito uno stabile.

Più informazioni su