RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Omicidio Montespaccato, fermato giovane. Si cercano 4 complici

Più informazioni su

È un lontano parente, probabilmente un cugino del papà del bimbo conteso, il 24enne fermato oggi dai carabinieri perchè ritenuto tra i responsabili dell’ omicidio del 37enne avvenuto ieri nel quartiere romano di Montespaccato. Poche le notizie che trapelano da ambienti investigativi, anche se per il momento una cosa è certa: i ricercati sono ancora quattro, tutti amici e parenti del giovane padre del bimbo, anche lui nella lista dei militari. Quella di ieri si delinea sempre più come una vera e propria spedizione, con le due famiglie che si fronteggiano in strada, a viso aperto, senza alcun timore ad estrarre le pistole. Sarebbe stata proprio la paura di un agguato da parte della famiglia della madre del bimbo a far premere il grilletto a due tra i parenti e gli amici di quello che era ormai l’ex fidanzato, tuttora ricercato dai carabinieri. Solo uno dei proiettili esplosi raggiunge il 37enne Marco Zioni mentre era in macchina. Viene colpito al torace, un ferita che gli stronca la vita poco dopo il suo trasporto in ospedale. Le due famiglie si erano date appuntamento in strada, per un chiarimento sull’affidamento della piccola creatura di pochi mesi, nata dalla passione di due ragazzini di 18 e 20 anni, che forse un anno prima sbandieravano fieri il loro amore e dieci mesi dopo si sono trovati l’uno di fronte all’altra pieni di odio e rancore. Nella Capitale, quello di ieri, è stato il sesto omicidio dall’inizio dell’anno, nell’arco di meno di due mesi. Una scia di sangue che non attenua l’escalation di violenza del 2011 e ricominciata nel 2012 con la rapina di Torpignattara costata la vita al commerciante cinese Zhou Zeng e alla figlia Joy di 9 mesi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.