RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Peduzzi (Fds): “Mozione in consiglio regionale per dire no alla svendita di Acea”

Più informazioni su

“Abbiamo depositato ieri in Consiglio regionale una mozione contro la svendita ai privati dell’acqua pubblica nel Comune di Roma. Il documento impegna il presidente della Giunta Polverini a chiedere al Sindaco di Roma di ritirare il provvedimento in discussione in Consiglio comunale con il quale si vorrebbe procedere all’ulteriore privatizzazione di Acea e a eseguire la volontà popolare sancita nel referendum dello scorso giugno”. Lo rende noto il capogruppo della federazione della Sinistra alla Regione Lazio, Ivano Peduzzi.

“Proprio oggi – sottolinea Peduzzi –  in occasione della manifestazione organizzata a Roma contro la vendita di Acea, ricordiamo ad Alemanno che il 12 e 13 giugno 2011, attraverso il referendum, 27 milioni di italiani hanno deciso che sulla gestione del servizio idrico non possono realizzarsi profitti e che, conseguentemente, la proprietà e la gestione delle reti idriche deve  essere pubblica; negli stessi giorni, 1.200.000 cittadini di Roma hanno contribuito a sancire che l’acqua è un bene comune non assoggettabile alle leggi di mercato”.

“Riteniamo che la vendita ai privati di un ulteriore 21% del pacchetto azionario di Acea nella fase attuale configurerebbe un vero e proprio danno finanziario per le casse comunali e quindi per l’intera collettività. Tale operazione arrecherebbe vantaggio esclusivamente ai privati i quali, per di più, si assumerebbero la responsabilità di investire in un settore contro la volontà del popolo italiano e dei cittadini romani”, conclude Peduzzi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.