RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma Capitale ha tributato oggi l’ ultimo omaggio a Renato Nicolini

Più informazioni su

Roma Capitale ha tributato oggi l’ ultimo omaggio a Renato Nicolini, assessore alla cultura delle giunte Pci di Argan, Petroselli e Vetere tra il 1976 e il 1985, creatore dell’ Estate Romana, scomparso sabato 4 agosto. Nicolini se ne è andato lasciando un vuoto improvviso nel cuore di molti romani che l’ avevano quasi dimenticato. La notizia della sua morte ha ricordato a moltissimi la vera rivoluzione culturale che sappe operare nei bollenti mesi d’ agosto della capitale. La camera ardente era stata allestita dalle 9 nella sala della Protomoteca in Campidoglio. Ad accogliere il feretro il sindaco Gianni Alemanno che ha anche aperto la cerimonia di commemorazione laica: “Quello di oggi è una sorta di ritorno a casa. Con Nicolini la nostra amministrazione visse una delle stazioni più creative. Dopo di lui nulla è stato più uguale a prima” ha dichiarato Alemanno. Il sindaco Pdl ha così reso omaggio all’ uomo-simbolo delle giunta del Pci. Ed è tornato sul celebre e criticatissimo termine “effimero” che Nicolini portò in auge: per Alemanno, si legge sul Messaggero.it, “aveva ragione lui: c’ era chi criticava l’ effimero, ma con le sue scelte si ricongiunse la cultura con la realtà popolare”. E inoltre per il sindaco l’ Estate Romana fu “uno degli antidoti” agli anni di piombo, “per indicare una gioia di vivere e di relazionarsi e stare in piazza senza essere condizionati da questo ricatto. Roma – ha concluso – questo glielo deve riconoscere anche dal punto di vista politico”. Nulla è stato davvero inventato in tema di cultura a Roma dopo Nicolini, e le Estati Romane dei nostri tempi ricalcano – magari in diciottesimo – le idee di quegli anni. In memoria, Nicolini riceve l’ omaggio bipartisan che gli è stato tributato in Campidoglio anche dagli attuali assessori alla Cultura e ai Trasporti, Dino Gasperini e Antonello Aurigemma; dalla presidente della Regione Lazio Renata Polverini ma anche dagli ex compagni di partito Walter Veltroni e Vincenzo Vita. Una commemorazione su ampia scala avrà luogo domani dopo le 15: l’ aula della Camera ricorderà oltre a Nicolini – che fu deputato per tre legislature con il Pci e poi con il Pds – anche l’ ex parlamentare Giuseppe Chiarante scomparso il 31 luglio. –  (TMNews) –

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.