RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma, nel Movimento 5 stelle è partita la corsa a candidato sindaco

Più informazioni su

La montagna di Grillo ha finalmente partorito. Ma non si tratta del solito topolino, bensì di consistenti, variegate 209 candidature, con curriculum e video di presentazione di ciascuna, peraltro da Beppe Grillo solo pubblicate ed inserite nel suo blog, finalizzate, sulla base del voto del popolo del Movimento 5 Stelle, alla definitiva ed esclusiva candidatura a sindaco della Capitale.

Da una prima votazione on-line (di circa 9.500 iscritti certificati M5S a Roma), fissata per il prossimo 19 febbraio, la rosa dovrebbe scremarsi riducendosi a 48 prescelti. Dai 48 candidati indicati, in una successiva votazione, sempre on-line, il numero dovrebbe definitivamente ridursi a 10 aspiranti che, in un rush finale, si contenderanno l’ambita ed unica candidatura.

Nella lista dei 209 nominativi, ripartiti nei 15 Municipi della Capitale, la maggioranza sono uomini (tutti oltre la quarantina) e solo 49 sono donne, con la più consistente rappresentanza delle stesse di 10 unità presente nel Municipio 1.

Ben presenti ed in pole position, gli ex Consiglieri in Campidoglio alla ultima tornata Virginia Raggi (37 anni) e Marcello De Vito (41 anni ed ex candidato sindaco M5S nel 2013), Daniele Frongia ed Enrico Stefano. La Raggi è il volto femminile più accreditato, anche se non le sarà facile battersi contro l’agguerrito e scalpitante ex candidato sindaco Marcello De Vito.

In evidenza, tra gli altri, Antonio Frenda, ricercatore 41enne, docente di statistica, il giornalista di La7 Ivo Mej, Francesco Silvestri tra i primi membri dello staff comunicazione M5S alla sua entrata in Parlamento ed, infine, gli attivisti storici Massimiliano Morosini, referente del tavolo per i diritti civili a Roma, e Tiziano Azzara.

Considerato l’appeal dei candidati e la loro grintosità di belligeranti l’un contro l’altro armati, ne vedremo certamente delle belle.

Pier Francesco Corso

Più informazioni su