RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

SALERNITANA-NOCERINA | TOMMASI: LE MINACCE AI GIOCATORI NON ERANO DI GENTE SCONOSCIUTA

Più informazioni su

Damiano Tommasi, presidente dell`Aic (Associazione italiana calciatori), interviene con un’intervista concessa al quotidiano Libero sulla vicenda della partita Salemitana-Nocerina. «Siamo nella condizione – dice Tommasi – di dover subire queste prove di forza da gente che utilizza lo stadio per altri motivi che non riguardano un evento sportivo».

«Cercare vittime e colpevoli – aggiunge Tommasi – in questo momento è fuorviante, ci sono persone che non hanno accesso allo stadio, ma che riescono a determinare lo svolgimento della partita e a condizionarla in maniera pesante. Purtroppo non è la prima volta che i calciatori subiscono minacce, anche se qui si sta parlando di minacce a tutti, dalla società allo staff tecnico».

«Trovare le soluzioni a centinaia di chilometri di distanza – continua il presidente dell’Aic – è facile, sarebbe facile anche per me dire cosa si dovrebbe fare in occasioni come queste. Il caso di Genova e di Ascoli dell`anno scorso sono situazioni che purtroppo appartengono alla quotidianità, vivere in una piazza calda non è così semplice come sembrerebbe leggendo i giornali o guardando la televisione. Credo che bisognerebbe vivere da un po` più vicino certe realtà per potersene fare un`idea più precisa. La cosa certa è che quelli che hanno minacciato, intimidito e fatto pressione affinché la squadra non scendesse in campo non sono sicuramente degli sconosciuti e sono persone che probabilmente in altre situazioni erano vicini alla squadra e frequentano l`ambiente senza che nessuno dica nulla. Questa facilità di accesso porta poi a subire determinate scelte».

Più informazioni su