RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Sebastiani: “Zeman andrà alla Roma, ma un pezzo del suo cuore resterà a Pescara”

Più informazioni su

«Zeman andrà alla Roma, ma un pezzo del suo cuore resterà a Pescara». Sono le dichiarazioni di Daniele Sebastiani, presidente del Pescara, ai microfoni di Radio Manà Manà Sport. Il tecnico boemo, dopo aver condotto la formazione abruzzese alla promozione in Serie A, pare destinato ad approdare sulla panchina giallorossa. «Siamo stati insieme fino all’una di notte, abbiamo cenato in barca, abbiamo scherzato e chiacchierato. nonostante la sua decisione di andare alla Roma tra noi i rapporti sono e saranno sempre ottimi. La sua scelta è stata inevitabile, per lui tornare nella capitale era un’attrattiva troppo forte», dice Sebastiani. «Nel corso di questo mese mi aveva sempre tenuto aggiornato sulle tante offerte che gli erano arrivate ed a cui lui aveva sempre detto no, tanto è vero che avevamo stabilito anche le date ed il luogo del ritiro, ma poi quando è arrivata la telefonata della Roma io ho subito capito che sarebbe tutto stato diverso. Zeman va via ma qui a Pescara lascerà un pezzo del suo cuore», aggiunge. Ora, il Pescara deve voltare pagina. «Noi vogliamo fare una stagione dignitosa centrando la salvezza, il primo obiettivo sarà l’allenatore, non ho ancora avuto colloqui con nessuno, ma da lunedì comincerò a fissare qualche incontro. Posso solo dire che non smantelleremo la squadra, vogliamo realizzare inserimenti importanti», afferma.

Riscatteremo Caprari dalla Roma, mentre su Verratti posso dire che resterà a Pescara ancora un anno e spero che in futuro potrà diventare la nostra bandiera», dice riferendosi in particolare al promettente centrocampista. «In passato ce lo hanno chiesto Milan e Roma, i giallorossi lo valutarono ma poi non lo presero, anche perchè lo stesso giocatore ha sempre manifestato il desiderio di giocare e crescere a Pescara», dice ancora. «Zeman -chiarisce- non mi ha chiesto nessuno, anche perchè sà bene che non gli darò i miei giocatori, che a parte Immobile ed Insigne, sono tutti di nostra proprietà. Con il tecnico boemo ho scherzato anche sui nostri prossimi scontri, gli ho promesso che gli faremo tre gol, sia all’Adriatico che all’Olimpico».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.