RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Stadio della Roma, Conferenza dei Servizi rinviata al 3 Marzo

Più informazioni su

Stadio della Roma – Va in scena quest’oggi nella sede della Regione Lazio il quinto appuntamento della Conferenza dei Servizi riguardante il progetto del nuovo stadio della Roma a Tor di Valle. In mattinata il Comune chiederà una proroga di 30 giorni sulla Conferenza stessa. Tensione che sta aumentando di ora in ora dato che questo doveva essere l’ultimo appuntamento in Regione per da il definitivo via libera al progetto. L’ostruzionismo della giunta comunale guidata dall’assessore Berdini, sta infastidendo non poco i proponenti.

STADIO DELLA ROMA, SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU ROMADAILYNEWS

Stadio della Roma, quinto giorno della Conferenza dei Servizi. Proteste davanti alla Regione

Stadio della Roma, quinto giorno della Conferenza dei Servizi. Proteste davanti alla Regione

Ore 16,40 : Tramite comunicato apparso sul sito internet ufficiale, la Regione Lazio si è espressa sulla Conferenza dei Servizi dello Stadio della Roma, ribadendo che la seduta del 3 marzo sarà quella finale. In quella data si conoscerà

“La Conferenza di Servizi si apre con l’approvazione del verbale della seduta del 10 novembre. Il Presidente della Conferenza ribadisce i tempi di durata della conferenza previsti dalla legge n. 147 del 2016.

Successivamente si apre la discussione con il Presidente che chiede lo stato di avanzamento sulle tre procedure di VAS, VIA e Variante urbanistica.

Per quanto concerne la VAS il responsabile regionale dichiara che il parere motivato è stato consegnato.

La VIA necessita ancora di alcuni pareri che allo stato attuale sono in fase di ricezione e istruttoria, inoltre, si è in attesa del completamento della procedura si variante urbanistica.

Per quanto riguarda il completamento della Variante Urbanistica Roma Capitale sottolinea che il processo non è ancora ultimato. Inoltre è in fase di analisi lo schema di convenzione con la società proponente. Per tali ragioni è stata presentata da Roma Capitale la richiesta di sospensiva della Conferenza di Servizi. La sospensiva decorre dalla data odierna per i prossimi trena giorni.

Il Presidente ha posto in votazione la richiesta di sospensiva ai responsabili unici degli enti che si sono dichiarati favorevoli. La Città Metropolitana ha chiesto successivamente di mettere a verbale la consegna del proprio parere in data odierna, salvo eventuali integrazioni che si renderanno necessarie con il proseguimento della Conferenza a seguito della sospensiva.

Il Presidente sollecita in chiusura la consegna di tutti i pareri mancanti nel più breve tempo possibile per permettere la redazione del parere unico per la prossima Conferenza di Servizi fissata per il giorno 3 marzo 2017. Infine, a tale proposito, dichiara la necessità che Roma Capitale completi la procedura di Variante Urbanistica e approvi lo schema di convenzione.”

 

 

Ore 14,30: Intervenuto ai microfoni dell’emittente radiofonica, il presidente della commissione trasporti del Campidoglio Enrico Stefàno ha parlato dello Stadio della Roma: “Sicuramente c’è l’intenzione del Movimento 5 Stelle di fare lo stadio. Il problema noto è quello delle cubature che per noi vanno ridotte. Prima del 3 marzo contiamo di trovare un accordo con i proponenti. Se verranno ridotte le cubature, lo stadio si farà. Noi siamo contrari al contorno, all’eccessivo contorno e la destinazione delle altre opere.Io mi sono occupato di trasporti. Abbiamo detto che puntiamo più al potenziamento della Roma-Lido che al prolungamento della linea B. Aggiungo che molto persone arriveranno a Tor di Valle anche con la linea ferroviaria regionale Fl1 che si trova dall’altra parte del Tevere.Il Movimento 5 Stelle non è contrariamo allo stadio e punta a un accordo entro il prossimo mese.”

 

Ore 13,30 – “Il rinvio di un altro mese per decidere in Conferenza dei Servizi il destino dello Stadio della Roma è l’ennesima vergognosa melina della Giunta di irresponsabili guidati da Virginia Raggi. Tutto sembra preludere al definitivo accantonamento del progetto; si gettano così a mare decine di migliaia di posti di lavoro, opere pubbliche che servono al territorio e un progetto che innalzerebbe la visibilità della nostra Capitale nel mondo” così in una nota Marco Miccoli, deputato del PD.

“E’ una scelta ideologica populista contro Roma e i romani, ogni giorno supportata da nuove scuse. L’ultima è quella sui rischi di esondazione nell’area dell’ippodromo di Tor di Valle, area che da sempre ospita moltitudini di spettatori e che, proprio in ragione delle opere di messa in sicurezza previste dal progetto, vedrebbe scongiurato ogni rischio di questo tipo.

Ore 13- La Regione Lazio ha appena comunicato che la Conferenza dei Servizi è stata rinviata al 3 Marzo. Si allungano quindi i tempi per lo Stadio della Roma

Ore 12- “Il 26 gennaio abbiamo incontrato l’assessore all’urbanistica di Roma Paolo Berdini. Ci ha ricevuto presso l’assessorato insieme a molte altre associazioni e comitati di quartiere. Abbiamo discusso del problema riguardante il quadrante che va dal fosso Cecchignola al raccordo anulare tra via Ardeatina e Laurentina”. A riferirlo è Annamaria Costanzo del Comitato difendiamo Tor di Valle a margine di una protesta in occasione della conferenza dei servizi per lo Stadio dell’As Roma a Tor di Valle. “Lì è prevista la realizzazione di 1,5 milioni di metri cubi residenziali per un totale di 5 nuclei abitativi. Da quanto sappiamo al momento c’è l’autorizzazione per la costruzione del 40% sul primo nucleo, quello di Cecchignola ovest – ha aggiunto – Si creerebbe un altro grosso problema di mobilità, in una zona già martoriata dal traffico. L’assessore Berdini ci ha confermato che non c’è modo di sbloccare la mobilità se non cercando di aprire alla viabilità alcune vie interne alla zona militare. È una nostra proposta su cui l’assessore è d’accordo e farà le verifiche. Non ci sono altre alternative perché pur allargando via della Cecchignola, cosa comunque difficile da realizzare perché sono stati rinvenuti reperti archeologici, comunque si creerebbe il congestionamento perché il traffico sarebbe incanalato verso la rotatoria del dazio che sfocia verso strade non allargabili, come l’Ardeatina”.

Ore 9,30- Prima dell’inizio della Conferenza dei Servizi, partita alle 10:30, è andata in scena anche una protesta dei residenti della zona di Tor di Valle che si sono riuniti in un comitato. Saranno circa 10 le persone che stanno protestando davanti alla sede della Regione Lazio

Stadio della Roma, quinto giorno della Conferenza dei Servizi. Proteste davanti alla Regione

Stadio della Roma, quinto giorno della Conferenza dei Servizi. Proteste davanti alla Regione

 

 

Più informazioni su