RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

TAINO : SUPERSTIPENDI SI’, PURCHE’ SIANO MERITATI

Più informazioni su

Danilo Taino sul Corriere della sera ha il coraggio, di questi tempi ce ne vuole, di affrontare il tema dei superstipendi. “Uno slogan del Maggio francese, di ispirazione soreliana, scrive Taino, diceva (addolcito) «a salario da schifo, lavoro da schifo». Nel viaggio dal 1968 a oggi, ha perso il suo carattere di lotta ma è diventato una descrizione di quello che succede: la cattiva remunerazione scaccia la qualità. Nel tragitto, inoltre, ha abbandonato il proletariato per diventare una faccenda di interesse generale.

In Italia, prosegue Taino, la questione è seria e va al cuore di uno dei grandi problemi del Paese: il lavoro, appunto, e il posto che ha nella società. Da un po` di tempo, ogni volta che si viene a sapere di uno stipendio elevato, scatta l`indignazione. Anche per cifre non eclatanti. Molte volte, la protesta è giustificata: quando per esempio riguarda un banchiere che ha portato la sua azienda a dovere essere salvata con denaro pubblico, quando un dirigente dello Stato guadagna molto ma ha performance scarse, quando il cumulo di più fonti di reddito è una prebenda e non denaro guadagnato.

Altre volte, però, dice Taino, gli scudi si levano per il solo fatto che una remunerazione è considerata da qualcuno troppo alta, senza tenere conto della funzione, del lavoro svolto da chi la percepisce. E’ una reazione al senso di ingiustizia che, comprensibilmente, nel Paese è forte. Ritenere uno scandalo ogni stipendio elevato, giustificato o meno dalla qualità del lavoro svolto, è però una pessima generalizzazione e porta a conseguenze gravi.

Come ogni merce o servizio, sostiene Taino, anche il lavoro va pagato sulla base del prezzo di mercato, a maggior ragione se porta all`azienda o all`amministrazione pubblica che lo versa vantaggi misurabili. Diversamente, l`impresa o l`organizzazione perderanno le forze migliori. Un manager, un funzionario, un esperto, un consulente possono dare un contributo straordinario.

Più informazioni su