RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Termini: sorvegliata speciale

Più informazioni su

La Stazione Termini rimane per i carabinieri di Roma uno degli obiettivi maggiormente interessati dai controlli, diurni e notturni, finalizzati ad arginare eventuali fenomeni di illegalità diffusa. Nelle ultime 24 ore di servizi, 5 persone sono state arrestate e altre 3 denunciate a piede libero: in particolare, 3 donne marocchine di età compresa tra i 22 ed i 36 anni sono state bloccate dai Carabinieri del Nucleo Scalo Termini subito dopo aver trafugato numerosi capi di biancheria intima da uno dei negozi del «Forum Termini». La refurtiva, del valore di oltre 200 euro, è stata interamente recuperata e restituita al responsabile dell’esercizio mentre le tre ladre sono state trattenute in caserma in attesa di essere sottoposte al rito direttissimo. Stessa sorte è toccata a due pregiudicati romeni di 33 e 43 anni che avevano pensato di poter fare shopping utilizzando una carta di credito rubata poche ore prima ad un turista australiano. Anche in questo caso la refurtiva, consistente in capi di abbigliamento per un valore di 2.000 euro, è stata restituita ai legittimi proprietari e i due malfattori trattenuti in caserma. Le denunce a piede libero, infine, sono scattate nei confronti di tre persone, due pregiudicati calabresi di 37 e 48 anni, ed un pregiudicato romeno di 28 anni, rei di aver prenotato, tramite internet, una camera in un hotel inserendo per la fatturazione i dati di una carta di credito intestata ad una donna di 51 anni, residente a Roma, la quale pochi istanti prima ne aveva denunciato la clonazione. I Carabinieri, a conclusione dell’indagine, li hanno rintracciati e denunciati per utilizzo di carte di credito contraffatte.

Più informazioni su