RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Udinese-Roma: giallorossi d’acciaio, decide Nainggolan

Più informazioni su

Udinese-Roma – Due trasferte insidiose e sei punti messi in cascina: Un crocevia stagionale che la Roma ha superato brillantemente, dimostrando di saper soffrire e di essere cresciuta sotto l’aspetto mentale e tattico. Anche quest’oggi a Udine, come a Genova sette giorni fa, alla squadra di Spalletti basta uno squillo di Nainggolan per portarsi via l’intera posta e continuare (o almeno provarci) a mettere pressione sulla Juventus.

UDINESE-ROMA, DZEKO FALLISCE UN RIGORE

Udinese-Roma:  giallorossi d'acciaio, decide Nainggolan

Udinese-Roma: giallorossi d’acciaio, decide Nainggolan

Spalletti con le scelte obbligate: In difesa torna titolare Manolas, al posto dello squalificato Rudiger, mentre a centrocampo Paredes rimpiazza De Rossi anche lui fermato dal giudice sportivo. In attacco spazio a El Shaarawy che torna dal 1′ al posto dell’infortunato Diego Perotti. La Roma quindi si schiera con il modulo che tanto ha fatto bene nelle ultime giornate ma con la rosa praticamente ridotta all’osso, con la sola alternativa Totti in attacco e Gerson sulla mediana. Del Neri conferma l’Udinese che ha perso ma giocato bene con l’Inter sette giorni fa, con la sola eccezione di Widmer, rimasto fuori per infortunio e sostituito da Faraoni.

La Roma parte bene e mette subito alla corde l’Udinese sfiorando il gol con El Shaarawy che servito splendidamente da Nainggolan, spara a botta sicura trovando solo i guanti di Karnezis che dice no. Il belga è uno dei più ispirati e al 12′ sigla il gol vittoria: Fantastica palla di prima di Strootman per Nainggolan che si inserisce alle spalle della difesa friulana e in spaccata fulmina Karnezis . Dopo il gol la Roma continua ad attaccare e avrebbe l’occasione per chiudere i giochi già al minuto diciassette grazie al rigore che Damato concede per un fallo di mano di Faraoni. Sul dischetto si presenta Dzeko, che già aveva fallito un gol abbastanza da ottima posizione, che però spara alle stelle. Un errore che lascia frastornato il numero nove giallorosso e un po’ tutta la squadra di Spalletti che poco dopo rischia di subire il pareggio e solo una grande doppia parata di Szczesny lascia in vantaggio la Roma. Il portiere polacco prima si esalta sul colpo di testa di Felipe e poi devia in corner una conclusione da distanza ravvicinata di De Paul. Da qui in poi la Roma non soffre praticamente più e chiude il primo tempo meritatamente in vantaggio.

UDINESE-ROMA, TOTTI RIENTRA NELLA RIPRESA

Nella ripresa la Roma gestisce senza problemi il vantaggio e non soffre praticamente mai le iniziative dell’Udinese e anzi sfiora più volte il gol dello 0-2 sempre con Dzeko che oggi non è sembrato nella sua giornata migliore. Anche El Shaarawy non è sembrato particolarmente ispirato e Spalletti al 60′ decide di sostituirlo per giocarsi la carta Totti e rallentare i ritmi del gioco facendo valere la superiorità tecnica della Roma. Il numero 10 giallorosso ispira subito la manovra romanista con un assist al bacio per Nainggolan che di pochissimo non arriva sul pallone. L’Udinese si fa viva solo in una circostanza grazie ad una conclusione di Thereau che però Szczesny neutralizza facilmente. La Roma quindi si porta via dal Friuli una vittoria importante quanto meritata: Tre punti cercati, voluti che la squadra di Spalletti ha strappato con solidità e senza pensare alle tante assenze che ora l’affliggono, complice anche un mercato di riparazione che stenta a decollare. La Roma supera due severi esami a pieni voti ed è pronta a difendere il secondo posto, sognando anche qualcosa in più.

Massimiliano Guerra

Più informazioni su