RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

VENTURINI: TRA IRAN E OCCIDENTE STA (FORSE) PER SCOPPIARE LA PACE

Più informazioni su

Franco Venturini sul Corriere della sera dà buone speranze che si sia vicini a un accordo tra l’Occidente e l’Iran degli ayatollah, che si sono affidati al moderato Rohuani per risolvere un contenzioso che ha un pesante risvolto economico: il congelamento di fondi iraniani per circa 50 miliardi di dollari.

“I segnali che vengono da Ginevra – scrive Venturini – indicano che dopo trentaquattro anni di estrema tensione, l`Occidente e l`Iran hanno in tasca una prima storica intesa sulla limitazione dei programmi nucleari di Teheran. Che senso avrebbe, altrimenti, l`accorrere sulle rive del Lemano di John Kerry che per essere presente ha interrotto ieri una missione in Medio Oriente? E l`arrivo dei ministri degli Esteri di Francia, Germania e Gran Bretagna, seguiti a ruota dal russo Lavrov e a quanto pare dal collega cinese?

Le pochissime indiscrezioni disponibili – aggiunge Venturini – descrivono i punti di accordo raggiunti, e inevitabilmente sottolineano anche le preoccupazioni e le contrarietà trasversali che ieri stesso sono venute con grande fermezza dal premier israeliano Netanyahu ma anche dall`Arabia Saudita, da una parte del Congresso di Washington e dalle fazioni più conservatrici dei militari e del clero iraniani.

Di trovare l`intesa sulla «prima fase» di un lungo e accidentato percorso – dice Venturini – si trattava ieri e si tratterà oggi a Ginevra, e già questo primo passo è bastato a far emergere speranze e paure che paiono entrambe legittime.

Più informazioni su