RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Giornale Radio Ultime Notizie del 04-11-2016 13:00

Più informazioni su

Il governo americano teme un massiccio attacco hacker dalla Russia o da altri Paesi con l’obiettivo di creare il caos nel giorno delle elezioni presidenziali, martedì 8 novembre. Per contrastare questo pericolo sta producendo uno sforzo senza precedenti coordinato dalla stessa Casa Bianca e dal Dipartimento per la sicurezza nazionale, col supporto del Pentagono e delle principali agenzie di intelligence, dalla Cia alla Nsa. Lo riporta la Nbc citando alti funzionari dell’amministrazione Obama.A Washington – raccontano fonti dell’amministrazione alla Nbc – ci si prepara al peggio, compreso il cosiddetto ‘worst case scenario’: quello di un massiccio cyber-attacco che mandi totalmente o parzialmente in tilt la rete elettrica o internet del Paese.

Sono oltre 22.700 le scosse registrate dal 24 agosto scorso dalla Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Alle ore 10:00 di oggi, 4 novembre, sono circa 649 i terremoti di magnitudo compresa tra 3 e 4, e 41 quelli di magnitudo compresa tra 4 e 5.
Sono invece 5 quelli di magnitudo maggiore o uguale a 5 localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dell’Ingv.
Secondo l’istituto, dopo l’evento di magnitudo 6,5, avvenuto il 30 ottobre, alle 7:40 ora italiana tra Perugia e Macerata sono stati localizzati complessivamente oltre 2700 eventi sismici. E fino alle ore 10:00 di oggi, 4 novembre, sono circa 303 i terremoti di magnitudo compresa tra 3 e 4 e 20 quelli di magnitudo compresa tra 4 e 5. Infine, i terremoti più forti dall’ultimo aggiornamento del 3 novembre, alle ore 9:00, sono due: quello di magnitudo 3.7 localizzato in provincia di Rieti, alle ore 14:10, e quello di magnitudo 3.7 alle ore 21:32, avvenuto in provincia di Perugia.

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha reso omaggio ai caduti all’Altare della Patria con la deposizione della corona al Milite Ignoto. Il Capo dello Stato è arrivato accompagnato dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e dal capo di Stato maggiore della Difesa Claudio Graziano. Ha poi ricevuto gli onori di un reparto interforze che ha suonato l’Inno nazionale. Davanti all’Altare della Patria erano schierati più di mille uomini e donne delle Forze armate e dei Corpi armati dello Stato, con una rappresentanza di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza .

Tre ex direttori e cinque funzionari della filiale di Catanzaro del Banco di Napoli sono stati iscritti nel registro degli indagati con l’ipotesi di truffa aggravata. Secondo il pm della Procura catanzarese Vito Valerio, che nei giorni scorsi ha notificato gli avvisi di conclusione delle indagini, i vertici dell’istituto avrebbero venduto prodotti finanziari, i cosiddetti derivati Swap, “in violazione delle norme bancarie con artifizi e raggiri” ai soci dell’azienda catanzarese Max motors srl.
In pratica ex direttori e funzionari avrebbero “omesso di indicare la concreta natura e finalità speculativa di tali contratti derivati” e avrebbero predisposto, si legge nell’avviso di conclusione delle indagini, “condizioni contrattuali sempre complessivamente sbilanciate in favore dell’istituto di credito”.
Roberta Frascarelli

In collaborazione con Agenzia Italia Stampa

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.