Quantcast

Ultime Notizie Roma del 02-04-2021 ore 14:10

Più informazioni su


    romadailynews radiogiornale ancora un buon pomeriggio dalla redazione da Francesco Vitale in studio nuovo appuntamento con l’informazione il monitoraggio settimanale che sarà presentato oggi dovrebbe confermare che l’indice reti nazionali scesa 098 sotto la soglia di allarme di uno quando la scorsa settimana era 018 l’incidenza che festa 232 casi ogni 100.000 abitanti contro i 240 della scorsa settimana le religioni attendono i dati del monitoraggio saremo zona arancione a Nunzia giaia Veneto Bolzano torna in rosso scuro sulla mappa del Centro europeo per la prevenzione e controllo delle malattie In occasione della Pasqualina richiede di intensificare il controllo del rispetto delle restrizioni in particolare quelle righe per gli spostamenti Ieri abbiamo superato la soglia delle 300 minuti latino il giorno non c’è la ministra Gelmini ma alle regioni sono preoccupate per le dosi che scarseggiano arrivate 1300000 dosi estrazionePratica di Mare Unione Europea stima per giugno il 57,14% della popolazione vaccinate in Italia Zingaretti annuncia dal 20 aprile vaccinazioni in farmacia per la fascia 55-60 anni con Johnson & Johnson L’azienda si dice fiduciosa di poter fornire 200 milioni di dosi dell’Unione Europea nel 2021 iniziando le consegne Nella seconda metà di aprile il papà visita il centro di vaccinazione per persone senza dimora in difficoltà in Vaticano resta stabile numero di nuovi casi in Italia 23649 Contri 23904 di mercoledì ma i morti salgono 501 il tasso di positività scende al 6% diminuiscono i ricoveri ordinari in terapia intensiva in 14 regioni le terapie Intensive Sono sopra la soglia critica portando il tasto nazionale di occupazione al 41% nella settimana 24 30 marzo diminuiti i contagi aumentate le vittime secondo le cifre del gimbe Cambiamo argomento al termine di indagini condotte dalla Procura di Roma militari del reparto operativo del nella provincia di Torino Cagliari Varese Lena hanno datoDecreti di perquisizione nei confronti di altrettanti cittadini italiani ritenuti responsabili di aver inviato tra ottobre 2020 gennaio 2021 mail con gravi minacce al ministro speranza sono indagati per minaccia aggravata Allora parliamo di scuola lo facciamo con Marcello Pacifico presidente del sindacato anni dopo la fine delle vacanze pasquali si ritorni in presenza anche nelle zone rosse per tutti gli alunni dalla scuola dell’infanzia fino alla prima primo anno della scuola media è una decisione presa dal Consiglio dei Ministri che ci lascia molto dubbiosi perché nonostante abbiamo visto come sindacato ANIEF delle dei passi avanti su anche degli impegni precisi su come ridefinire gli spazi dentro le scuole su come dotare le nostre aule una maggiore di un maggior rigore nel rispetto delle donne su distanziamento sociale anche alla luce del fatto che comunque chi si Vaccina deve continuare a rispettare le norme anche di 40sei in contatto di un positivo è fermo restando che ad oggi la nostra popolazione studentesca non è stata vaccinata e soltanto la metà del corpo insegnante amministrativo ha avuto il Siamo in un momento in cui di fatto non è cambiato niente rispetto ai mesi successivi quindi si è sbagliato in passato a chiudere le scuole nelle zone rosse in ogni ordine e grado basti pensare che i bambini sono i più colpiti da questa didattica a distanza integrata però sono anche quelli nuovi Dove si diffonde di più comunque si potrebbe diffondere il virus visto l’assenza la difficoltà di utilizzare mezzi di protezione quando i bambini sono veramente piccoli e visto anche il fatto che le classi Comunque sono più pollaio proprio nei primi anni rispetto agli ultimi anni di scuola quindi rispetto a questo bilancio di interessi quello la salute quella l’istruzione continuo a ribadire le vogliamo vogliamo un impegno c’era del governo e vogliamo certezze perché se no potremmo trasformare Adiin questo modo le scuole in luoghi di diffusione del virus cosa che ancora oggi non è avvenuto Per non parlare di tutte le difficoltà in assenza anche della ridimensionamento dei servizi pubblici nelle zone rosse della della della della stringimento di tutte le attività lavorative anche un una diffusione del virus che incrementa anche questo perché non solo nelle aule ma per tutto quello che viene dopo nell’accompagnare per esempio i bambini a scuola quindi riteniamo che bisognerebbe riflettere bene in altri paesi ci sta la Francia di chiude la Germania riapre l’Italia meno me l’aveva seguito una linea coerente certamente non può essere data la facoltà ogni singola regione non bisogna però veramente prendere tutti i dati e tutto buon proseguimento di ascolto
    In collaborazione con Agenzia Italia Stampa

    Più informazioni su