RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Bonanni: Renzi, “Ci deve sfidare. Ma non lo fa”

Più informazioni su

Raffaele Bonanni

Raffaele Bonanni

Cosi’ il leader Cisl Raffaele Bonanni, che intervistato dal Sole 24 Ore. Renzi? “Lo incoraggio a una posizione riformista. Ci deve sfidare. Ma non lo fa. Allora mi chiedo se ha davvero un progetto o se invece non ha ancora maturato una visione e scarica la colpa sui sindacati. Se non e’ cosi’, ci metta nelle condizioni di dire dei si’ e dei no. E vediamo chi blocca le riforme”.

Bonanni che sottolinea: ma la politica “faccia la sua parte perche’ finora non si e’ toccata la sostanza che non e’ certo la riforma del Senato”. “Che fine ha fatto il piano Cottarelli? Perche’ si rinvia la discussione sulle partecipate pubbliche?”. E alla domanda se sia pronto a discutere di tagli sulla spesa risponde: “so che saro’ di fronte a decisioni difficili ma le prendero’ solo davanti a un premier che apra la discussione in modo trasparente. Non considero una condizione accettabile che si parli a spizzichi e bocconi e in modo ambiguo” “di temi delicati come l’articolo 18 o le pensioni”.

L’abolizione dell’articolo 18? “L’accetto a una sola condizione: che si aboliscano tutte le false partita Iva che sfruttano i giovani”. Sindacati rigidi che ostacolano gli investitori? Quello “che io rappresento – continua Bonanni – non si e’ mai posto in questo modo”. “C’e’ pero’ tutta una parte politica e una parte del sindacato che ha rifiutato passi avanti e ragiona ancora in una logica meramente redistributiva senza porsi il problema della fonte della distribuzione. E’ il momento di porsi questo problema orientando il lavoro su quantita’ e qualita’ della produzione”.

Più informazioni su