RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Comune, i Cinque Stelle lanciano la sfida «Ballottaggio sicuro, poi Roma come Parma»

Più informazioni su

Tanti preti, pochi grillini. Per una strana scelta del destino (e dell’organizzazione) l’incontro tra i «cittadini elettori» dei Cinque Stelle con i dodici candidati alle primarie per il sindaco di Roma è andato in scena ieri sera nel complesso del parcheggio del Gianicolo, a pochi metri da piazza San Pietro, proprio mentre il fumo usciva bianco. Forse per il traffico o per la particolarità della giornata i grillini venuti ad ascoltare erano meno di un centinaio (a fronte di trecento accreditati). Non si è trattato di un «graticola day», la consueta formula del movimento per selezionare i candidati, ma una versione più soft. Il perché lo spiega Massimo Marinelli, il presentatore della serata: «Si sarebbero create troppe tensioni tra i candidati». All’incontro sono stati ammessi soltanto gli iscritti al Movimento fino a fine febbraio, in pratica quelli che saranno gli elettori. Ancora una volta esclusi, senza molte formalità, i giornalisti: «La stampa non entra perché questo è un appuntamento interno al movimento. Le domande? Le farete un’altra volta» si giustifica Marinelli. La formula del battesimo grillino assomiglia a un question time: un minuto di presentazione ciascuno, in ordine alfabetico per nome di battesimo. Poi i 12 candidati a sindaco a batterie di 5 alla volta, con due minuti di presentazione e poi le risposte a tre domande raccolte nei giorni scorsi su Internet o dal vivo, più altre tre raccolte in sala. Alla fine un appello di un minuto. Lunedì e martedì la scelta on line del candidato sindaco e dei 48 candidati consiglieri, riservata ai militanti romani iscritti entro il 31 dicembre scorso al blog nazionale di Beppe Grillo. Si voterà separatamente per il sindaco e per i consiglieri. Quanti saranno gli elettori? Il Movimento non rivela le cifre precise, ma considerato che gli iscritti a febbraio erano circa cinquemila, è probabile che alle urne virtuali saranno chiamati tra i 3 e i 4 mila romani. (Il Messaggero Cronaca di Roma)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.