Quantcast

Corriere della Sera – Cronaca di Roma. «CasaPound va chiusa». Scoppia la polemica

Più informazioni su

    La reazione è compatta: l’aggressione di CasaPound alimenta l’odio e innesca la «spirale delle ritorsioni reciproche» parole del sindaco Gianni Alemanno. Al quale, tuttavia, sembra replicare la Federazione della sinistra alla Regione Lazio: «Questi gruppi di neofascisti si sentono liberi di agire perché godono di ampie coperture istituzionali: ora basta», dicono Ivano Peduzzi e Fabio Alberti. Per Luigi Nieri, capogruppo di Sel, «Casapound è una presenza minacciosa e lo sa bene chi, facendo attività politica nei territori della Capitale, vede sempre più spesso a rischio la propria incolumità». Mentre Gianluca Santilli, esecutivo romano del Pd si appella al rispetto della legge: «La legge Mancino esiste e va applicata. Non è più possibile assistere a Roma ad aggressioni, sommosse e azioni squadriste che provengono sempre dagli stessi luoghi, quei focolai dell`odio fascista alimentati da Casa Pound e dai suoi circoli futuristi, luoghi tollerati ma che non hanno alcuna ragione di esistere in una capitale che è medaglia d`oro per la Resistenza». Santilli chiede al prefetto di intervenire affinchè i circoli che si richiamano al fascismo vengano chiusi al più presto»……….

    Più informazioni su