RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Corriere della Sera Cronaca di Roma Idi, bonifici e una cena sospetta tra vecchi e nuovi manager

Più informazioni su

A una settimana dalla conferenza stampa che doveva segnare la discontinuità tra vecchi sperperi e nuovi progetti, gli amministratori del passato e i manager del presente si ritrovano a cena assieme. E’ il 13 giugno scorso, la notizia che gli indagati per gli 800 milioni in rosso dell’Idi sono saliti a 5 non è ancora ufficiale. Da giorni gli uomini del Nucleo Tributario della Guardia di Finanza presidiano i flussi di denaro dell’Idi anche nei corridoi di via dei Monti di Creta. La Regione Lazio non accenna a pagare e i dipendenti (malgrado le 3 mensilità anticipate, o forse proprio per questo) sono preoccupati. La cena, tuttavia, sembra importante. Appuntamento sotto casa di Stefano Tonioni, primario di Emodinamica (quel reparto del San Carlo di Nancy, oggetto di controversi investimenti negli anni passati) e ascoltato consigliere di Franco Decaminada (sarebbe stata sua l’idea di nominare Giuseppe Incarnato a neo direttore generale). Quindi, via al ristorante, assieme. L’ex procuratore e consigliere delegato Decaminada, il suo direttore delle risorse e della logistica, già agente del Sismi, Antonio Nicolella (che con il manager dell’Idi ha fatto affari tra Italia e Congo), il direttore Domenico Temperini e il nuovo vice direttore Alberto Rosichini, braccio destro del volto attuale dell’istituto, Giuseppe Incarnato. Tutti, ad eccezione di Rosichini, sono stati iscritti dalla procura per associazione a delinquere finalizzata all’appropriazione indebita e all’evasione tributaria. Cosa li tiene assieme a 3 mesi dal passaggio di consegne? Cosa accade all’interno del gruppo della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione? … … … (Ilaria Sacchettoni)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.