Quantcast

Il Messaggero – Cronaca di Roma Campidoglio senza soldi «A rischio anche gli stipendi»

Più informazioni su

    In autunno potrebbero essere a rischio gli stipendi dei dipendenti capitolini, oltre ai pagamenti dovuti dall’amministrazione ad aziende e fornitori. Il grido d’allarme arriva direttamente da Gianni Alemanno: «C’è un problema di cassa – spiega il sindaco – Non arrivano le risorse perché rimangono bloccate a livello statale o a livello regionale e questo ritardo crea problemi di liquidità per pagare stipendi e fornitori. La situazione è molto pesante».
    Il problema non sono i conti: nel bilancio di previsione 2012 sono inseriti tutti i fondi necessari a onorare i pagamenti. Ma manca la reale liquidità, e il motivo è presto detto: ci sono crediti, in favore del Comune, che devono essere ancora onorati. «Si tratta di soldi che dobbiamo avere, ad esempio dalla Regione, che ci deve 1,2 miliardi, ma che a sua volta aspetta dallo Stato almeno 2 miliardi – sottolinea Alemanno – e altri 1,3 dovrebbero arrivare dal commissario di Governo per la gestione del debito pregresso». Il credito vantato nei confronti della Pisana riguarda i contributi trasporto pubblico locale, in arretrato da tre anni.
    Insomma, aggiunge l’assessore capitolino al bilancio Carmine Lamanda, «siamo al paradosso che un Comune virtuoso come il nostro, che ha messo in campo una manovra difficile ma efficace per mettere in ordine i conti, rischia di trovarsi in difficoltà a onorare i pagamenti». Le prime difficoltà, spiega Lamanda, «si avvertiranno già a maggio, ma il periodo più difficile, se non si risolvesse il problema, sarebbe quello tra settembre e novembre»………… (di FABIO ROSSI)

    Più informazioni su