RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Il Messaggero – Cronaca di Roma Discarica a Monte Carnevale stop del ministero della Difesa

Più informazioni su

Dimenticate Monte Carnevale. Il prefetto Giuseppe Pecoraro, commissario per l’emergenza rifiuti, non sceglierà quell’area per realizzare la nuova discarica. Non si può, lì vicino c’è una sede dell’intelligence del Ministero della Difesa. Ecco, ci mancava pure la spy story per complicare la già complicata e senza fine storia della chiusura della discarica di Malagrotta.

La linea di Pecoraro. L’indicazione ufficializzata giovedì pomeriggio dal ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, che ha posizionato il sito non lontano da Malagrotta in testa alla graduatoria delle aree esaminate, sarà cestinata dal prefetto. Ieri il prefetto si è sentito con il sindaco Gianni Alemanno, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti e il presidente della Regione, Renata Polverini. E ha spiegato: mi è arrivata una comunicazione del ministero della Difesa in cui si spiega che vicino a Monte Carnevale c’è un centro interforze di intelligence. La presenza di una discarica a poche centinaia di metri non può essere tollerata perché creerebbe problemi di sicurezza. Pecoraro ne ha parlato anche con Clini. E resta davvero difficile da capire come mai i due ministeri – Difesa e Ambiente – non si siano coordinati; come mai solo ieri siano emersi i vincoli legati alla sicurezza per l’area di Monte Carnevale.
La parola a Monti. Il prefetto a questo punto è intenzionato a portare l’esito del suo lavoro al Governo, al primo ministro Mario Monti. Forte del no a Monte Carnevale di Alemanno, Zingaretti e Polverini e del vincolo della Difesa Pecoraro resterà fermo sulla sua scelta iniziale, Corcolle e Quadro Alto, con la variabile di Pian dell’Olmo (sulla quale i vincoli idrogeologici sono meno forti).
L’ira del ministro Clini. Ma ieri sera è arrivata anche la risposta, molto dura di Clini: «Purtroppo il sindaco, i presidenti della Provincia di Roma e della Regione Lazio e il prefetto erano assenti dal tavolo di giovedì, dove avrebbero potuto esprimere le loro considerazioni sul piano, argomentandole. Avrebbero anche potuto mettere il ministero dell’Ambiente a conoscenza della corrispondenza dei giorni scorsi fra il prefetto e lo Stato Maggiore della Difesa sull’idoneità del sito di Monte Carnevale. In ogni caso stiamo valutando le considerazioni in merito ai rischi ambientali e sanitari contenute nella nota dello Stato Maggiore. Per Monte Carnevale: stiamo valutando le considerazioni della Difesa. Durante la riunione, è noto, non abbiamo scelto alcuna discarica, ma abbiamo solamente raffrontato gli effetti che le diverse ipotesi hanno sull’ambiente». ….. (di MAURO EVANGELISTI)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.