RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Il Messaggero Cronaca di Roma. Frontale ad alta velocità muoiono due ventenni

Più informazioni su

Erano amici per la pelle. Sono rimasti l’uno accanto all’altro anche quando la cosiddetta strada della morte, già teatro di sciagure in passato, li ha strappati alla vita la scorsa notte. Compagni di scuola e accomunati dalla passione per il calcio. Giovani e ignari dell’atroce destino che li stava attendendo al ritorno da una festa organizzata in un locale della zona. Roberto Cerretoni di 21 anni studente al liceo scientifico Sandro Pertini e Valerio Atzori, suo coetaneo e caporal maggiore nell’esercito, sono deceduti a Cerveteri in seguito allo schianto registrato al chilometro 16,6 della via Settevene Palo attorno alle 4 sul rettilineo del cavalcavia autostradale. Un impatto terribile fra due automobili – secondo la ricostruzione fornita dalla polizia stradale di Roma giunta sul luogo per eseguire i rilievi – che non ha lasciato scampo ai due giovani di Ladispoli. Altri due invece i feriti sempre ladispolani: hanno rispettivamente 21 e 24 anni e si trovano in prognosi riservata. Sono molto gravi ma è il ragazzo più piccolo ad essere in condizioni disperate dopo aver riportato lesioni in tutto il corpo.
Gli uomini della Polstrada sono ancora al lavoro in queste ore per cercare di stabilire la dinamica esatta dell’ennesima tragedia del sabato sera. Da quel che si apprende, le due vittime e il ragazzo di 21 anni trasportato con l’eliambulanza al Policlinico Gemelli, stavano viaggiando a bordo di una Ford Fiesta nera (e pensare che i tre avrebbero passato la notte insieme proprio come fanno i migliori amici a quell’età). Dalla direzione opposta proveniva il conducente di una Mini Cooper di colore grigio. Il giovane è stato ricoverato poi all’Aurelia Hospital e risultato negativo al test alcolemico.
Nel tremendo scontro alla Ford è letteralmente volato via il motore che ha rischiato persino di colpire gli automobilisti che transitavano sulla Settevene Palo. Sono stati i vigili del fuoco della squadra di Bracciano, insieme alla Polstrada di Cerveteri-Ladispoli, a estrarre i corpi incastrati nelle lamiere della Fiesta nera capovolta e accartocciata. Impossibile, per gli agenti, comprendere con esattezza chi fosse alla guida della vettura che nella carambola ha impattato anche contro il guard rail. La circolazione è rimasta bloccata per oltre 6 ore.
Profondamente sconvolta la comunità di Ladispoli. Il cordoglio per questi ragazzi è stato espresso in modo particolare su Facebook dagli amici e dai parenti di Roberto e Valerio ricordati da tutti quanti come «dei ventenni speciali e sempre col sorriso stampato sulla labbra». Dei fiori sono stati portati anche sul cavalcavia autostradale di Cerveteri. Il sindaco di Ladispoli, Crescenzo Paliotta, in occasione dei funerali che si svolgeranno dopo gli esami autoptici, intende proclamare il lutto cittadino. «È un fatto che addolora tutti quanti – afferma Paliotta – il nostro pensiero e il nostro abbraccio è per le famiglie dei giovani scomparsi e anche per chi è rimasto ferito nel bruttissimo incidente sperando possano presto arrivare notizie positive dai medici degli ospedali». … di EMANUELE ROSSI

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.