Il Messaggero Cronaca di Roma Idi, i vertici ai pm: «Prelievi dalla cassa»

Più informazioni su

    I prelievi dai conti dell’Istituto dermopatico italiano, l’Idi, erano una prassi abituale. E considerata legittima dalla Congregazione dei Figli dell’immacolata concezione. L’hanno spiegata così, al titolare dell’inchiesta della procura di Roma Michele Nardi, padre Aleandro Partitanti e padre Franco Decaminada entrambi ascoltati ieri mattina in procura come persone informate sui fatti: «E’ vero che preleviamo abitualmente dalle casse dell’Idi, ma possiamo farlo – hanno detto in sintesi – La struttura è nella nostra disponibilità anche per le spese personali».
    Decaminada nell’ultimo anno è stato l’amministratore del gruppo che comprende sia l’Idi sia il San Carlo di Nancy oltre che del gruppo farmaceutico omonimo con sede a Pomezia. Ha lasciato a gennaio, quando l’azienda sembrava prossima al crac. Padre Aleandro Paritanti invece è il leader ancora in carica della congregazione, il primogenito tra i figli dell’immacolata concezione.
    L’inchiesta romana è partita da un esposto anonimo arrivato a piazzale Clodio che denunciava un ammanco di circa 600 milioni dalle casse dell’ospedale, mentre più volte i 1.500 dipendenti dell’Istituto hanno protestato per gli stipendi ancora in ritardo. … … (Sa. Men.)

    Più informazioni su