RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Il Messaggero Cronaca di Roma | Idi, parte la battaglia sui 400 licenziamenti

Più informazioni su

Rassegna Stampa – Cronaca e Notizie di Roma

Corsa contro il tempo per evitare 405 licenziamenti al gruppo Idi-San Carlo. Ieri i sindacati hanno lanciato l’allarme: tra due settimane la procedura di mobilità sarà all’epilogo, dobbiamo fermare questo treno. Il professor Giuseppe Profiti, presidente del Bambino Gesù, che all’Idi agisce come delegato del cardinale Versaldi, ha fatto sapere: lunedì ci sarà il tavolo di confronto con i sindacati. Si legge in un comunicato: «La decisione era stata anticipata lo scorso sabato dal professore Profiti. Nell’incontro con le rappresentanze sindacali aveva espresso l’intenzione di verificare tutti gli strumenti a disposizione per gestire una crisi aziendale, con l’obiettivo di salvaguardare al massimo il valore umano e professionale indispensabile per il nuovo Idi-San Carlo, compatibilmente con le esigenze di carattere finanziario». Non sarà però una trattativa semplice: alla luce del concordato preventivo per il quale il tribunale fallimentare ha concesso un mese di proroga, i risparmi garantiti dal taglio al personale sono indispensabili. Ieri i sindacati hanno scritto una lettera al cardinal Versaldi, al professor Giuseppe Profili e al direttore del gruppo Mario Braga. «Serve un tavolo di trattativa per concordare criteri e modalità per il pagamento degli stipendi e ricerca soluzioni alternative ai licenziamenti collettivi». 405 I dipendenti del gruppo Idi che rischiano la mobilità. …. (Mauro Evangelisti)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.