RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Il Messaggero Cronaca di Roma | Inceneritore, il Tar blocca il cantiere

Più informazioni su

Rassegna Stampa – Cronaca e Notizie di Roma

Il ciclo dei rifiuti di Roma non si riesce a chiudere. Un tassello considerato fondamentale per risolvere un problema che sta diventando un’emergenza piena è, o sarebbe, il termovalorizzatore di Albano. Sarebbe, perché il Tar ieri ha bloccato per l’ennesima volta i lavori di costruzione di questo contestatissimo impianto di proprietà del consorzio Coema (Acea, Ama e Latina Ambiente di Cerroni) che sarebbero dovuti partire domani. Quella del tribunale amministrativo è una sospensiva che precede un’ordinanza nel merito che verrà emessail 28 marzo. E’ l’ultima tappa di un conflitto sull’immondizia della Capitale che ogni settimana aggiunge un elemento di complicazione. Il ricorso era stato presentato dai legali dell’amministrazione comunale di Albano Laziale per contestare gli atti e provvedimenti con cui è stato approvato il programma dei lavori. Il presidente della prima sezione Ter, con una brevissima motivazione, ha considerato «che sussistono i presupposti per la concessione di misure cautelari provvisorie». IL DILEMMA Secondo i fautori del progetto quello di Albano è un fattore cardine nella gestione dei rifiuti: il termovalorizzatore serve a bruciare il materiale residuo dell’immondizia trattata negli impianti Tmb (trattamento meccanico biologico), ovvero quelli al centro del piano del ministro Clini (anch’esso sotto esame, con opposti pareri, dei giudici amministrativi). I lavori del termovalorizzatore di Albano dovevano partire nel 2007, ma le varie opposizioni da parte di amministrazioni e comitati ne hanno bloccato la costruzione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.