Il Messaggero Cronaca di Roma, Sara diventa reginetta è in corsa per Miss Italia

Più informazioni su

    Il Lazio ha incoronato la sua prima reginetta di bellezza dell’anno. Una fascia che vale l’accesso diretto alle prefinali nazionali di Miss Italia.
    Ventisei anni, del quartiere Ponte Milvio, alta 1.76, capelli castani e occhi marroni, maturità classica, indossatrice, insegnante di hata yoga e appassionata di molti sport, soprattutto nuoto. Si tratta di Sara Contigliozzi, che ha conquistato ieri mattina la fascia di Miss Benessere Specchiasol nella Sala Domizia del Centro Convegni della Fiera di Roma, in occasione di Cosmofarma Exhibition. Per questa prima tappa laziale dell’edizione numero 73 di Miss Italia, Patrizia Mirigliani, deus ex machina del concorso, ha concesso alla vincitrice la qualificazione diretta alle prefinali nazionali di Montecatini Terme, senza dover disputare le finali regionali. La preziosa selezione è stata presentatata dalla modella e showgirl Margherita Praticò, affiancata da un ospite d’eccezione: la conduttrice Livia Azzariti. Quindici le concorrenti che hanno sfilato in passerella, con abiti griffati, di fronte alla giuria di esperti composta da rappresentanti del campo del benessere, del giornalismo e dello spettacolo tra cui il presidente di Specchiasol Giuseppe Maria Ricchiuto, i giornalisti e conduttori Michele Cucuzza, Aldo De Luca e Livia Azzariti, la fotografa Tiziana Luxardo, i professori Raoul D’Alessio, Ivo Pulcini e Adolfo Panfili, Miss Italia 1998 Gloria Bellicchi, Miss Italia in carica Stefania Bivone, la vice presidente di AltaRoma Valeria Mangani, la romana Ludovica Barba, Miss Prima dell’Anno 2012, e Miss Specchiasol 2011, Valentina Vidal. Per le altre bellezze in gara, seconda classificata Silvia Andreoni, diciottenne di Montelibretti, e terza Federica Brighenti, ventunenne di Civitavecchia.
    «Il target di Miss Italia – ha commentato Mirigliani – è diffondere sani stili di vita in modo semplice, popolare ma scientificamente corretto: perché il concorso si rivolge alle giovanissime e intende capire che cosa vogliono e come si sentono le donne di oggi». …. (di LUCILLA QUAGLIA)

    Più informazioni su