Quantcast

Il Messaggero – Cronaca di Roma Sonniferi on-line per il suicidio

Più informazioni su

    Quasi sicuramente si è suicidato. Il giovane romano trovato morto tre giorni fa nella camera di un B&B a Viterbo si sarebbe tolto la vita con un farmaco. Un barbiturico che il ventiseienne avrebbe acquistato on line. Per averne certezza bisognerà attendere i risultati dell’autopsia e degli esami. Sta di fatto, però, che quella che in un primo momento era parsa l’ipotesi più probabile, cioè la morte naturale, sembra ora la meno attendibile. «Aspettiamo – si limita a dire il capo della Squadra Mobile, Fabio Zampaglione – Soltanto con i risultati avremo un quadro di quanto accaduto mercoledì scorso. Non trascuriamo nessuna ipotesi».
    Un suicidio, dunque, che il giovane romano avrebbe premeditato e studiato nei minimi particolari. Alla base del gesto ci sarebbe una delusione amorosa. Dal giorno che si era lasciato con la fidanzata, infatti, il ragazzo era depresso. Era arrivato a Viterbo, da Roma, nel pomeriggio di martedì scorso e aveva preso una camera in un B&B nel cuore di San Pellegrino, a piazza Cappella, dove già era stato. Nella camera gli inquirenti hanno trovato la scatola di un farmaco che in Italia non è conosciuto………… (di MASSIMO LUZIATELLI)

    Più informazioni su