RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Il Messaggero Cronaca di Roma Sparatoria sul GRA, la perizia: i colpi esplosi da pochi metri

Più informazioni su

Il primo colpo è stato esploso da quattro, cinque metri; il secondo, quello fatale «tra i «2,4 metri e i 4,6». E mentre le auto viaggiavano «tra i 50 e gli 80 chilometri orari». Sono questi i risultati della perizia balistica del Ris dei Carabinieri sull’inseguimento avvenuto all’alba del 30 luglio scorso durante il quale venne ucciso da un agente delle Volanti, il quarantenne di Fonte Nuova Bernardino Budroni. L’uomo, dopo una lite con la fidanzata, ha ingaggiato una corsa con la polizia, sperando di seminarla sul Raccordo. Ma è arrivato lo sparo a distanza ravvicinata, proprio mentre le auto erano in fase di rallentamento. Per questo, la procura ha iscritto sul registro degli indagati per omicidio colposo l’agente Michele Paone, 28 anni, e il pm si starebbe avviando alla chiusura dell’inchiesta, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio.
La perizia del Ris, ora nelle mani del pm Giorgio Orano, ha chiarito i tempi e le traiettorie dei colpi, aprendo uno spiraglio all’indagato: Paone aveva fatto fuoco su un uomo disarmato e questo aveva portato alla sua iscrizione sul registro degli indagati, ma alcuni colleghi che si trovavano nella zona hanno dichiarato che Budroni stava procedendo a zigzag per speronarli. «Ho sparato prima alla gomma sinistra posteriore… …. di ADELAIDE PIERUCCI

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.