Quantcast

Il Tempo – Cronaca di Roma. Canapini fa dietrofront e Cerroni tenta il blitz

Più informazioni su

    Il sindaco di Fiumicino, dopo le convulsioni politiche che proprio sul tema dei rifiuti l`hanno portato alla crisi di governo, all`indomani del vertice al ministero dell`Ambiente rialza i paletti contro «una discarica di tal quale anche se provvisoria sul nostro territorio». Manlio Cerroni, mentre in Regione si ventilava una nuova proroga per Malagrotta, è stato avvistato a Riano, altro sito selezionato per uscire dall`emergenza, in compagnia del presidente di Italia Nostra Carlo Ripa di Meana, che sarebbe stato contattato per un «sopralluogo esplorativo» volto a dimostrare come, in realtà, la soluzione «meno invasiva e più tempestiva» si chiamerebbe Monti dell`Ortaccio, dove alla «buca» si sta lavorando da tempo. Ancora, da Riano fioccano nuovi esposti. Il prossimo 31 marzo, l`associazione Zero Waste Lazio ha invitato gli «amici campani» a manifestare davanti alla Prefettura: titolo dell`iniziativa «Roma e Napoli versoi rifiuti zero». Insomma, dopo che Alemanno, Zingaretti, Polverini e Pecoraro sono stati convocati dal ministro dell`Ambiente Clini, il quale ha disposto ulteriori indagini includendo di fatto nel toto-discarica le aree precedentemente scartate, si riposiziona- no anche gli assetti della protesta. Il primo niet, in riferimento alla possibilità che sia riconsiderata la scelta di Osteriaccia o Pizzo del Prete, è del sindaco di Fiumicino: «Dopo la riunione al ministero non c`è stato alcun contatto -ha detto Canapini – ma il Comune si è già espresso: noi siamo fermamente contrari. La Regione dopo aver genericamente indicato Pizzo del Prete non ci ha più dato alcuna notizia in merito»……….  (E. Dellapasqua)

    Più informazioni su